cerca

Scalfari il troll del Papa

La vera illuminazione è vedere Bergoglio che usa il fondatore di Repubblica come meme contro i suoi acerrimi nemici tradizionalisti

17 Gennaio 2020 alle 06:00

Scalfari il troll del Papa

Finalmente è tutto chiaro, o meglio “ogni cosa è illuminata”, come direbbe Jonathan Safran Foer. Ce lo siamo chiesto tutti, ce lo siamo chiesto per anni, pure io lo ammetto. E all’improvviso, ieri mattina, l’illuminazione. Prendi Repubblica, pensi ci sarà qualcosa sul complottone di don George o almeno un prete sposato che si confessa assieme ai figli, e invece come un colpo di fulmine c’è Papa Francesco sorridente nel blu dipinto di blu e un titolo che han dovuto far fare le scatole apposta: “FRANCESCO: IO, RATZINGER E LA TERRA DA SALVARE”. Ma come? Non sta agli stracci con mezza chiesa sul celibato? Dove lo trova il tempo per cazzeggiare con Scalfari? Giri pagina, e c’è lui, lui in persona, il Fondatore, a certificare: “PAPA FRANCESCO: CON RATZINGER IL CASO E’ CHIUSO”. E via a raccontare che si sono sentiti, che lui (Scalfari) gli ha spiegato tutto, as usual, che Francesco è di buonissimo umore. Tutte fòle, ovviamente, a partire da quel titolo assurdo “il caso è chiuso”, che del resto non rispetta l’articolo. Ma chissenefrega, manco i titolisti di Rep. badano più a quel che scrive Scalfari. E allora? Allora ecco l’illuminazione. Che è immaginare la faccia, l’incazzatura, di certi acerrimi odiatori di Bergoglio nel trovarsi ancora una volta con Francesco che se la spassa con Scalfari, il male assoluto. Ecco, l’illuminazione è questa: ora è certo che Scalfari sia un meme creato da Bergoglio, un modo per trollare tutti i suoi nemici tradizionalisti: pensavate di avermi dato una botta, ed eccomi qua. Me la menate perché non rispondo a Viganò? Eccola qua, la mia risposta: guarda come ci divertiamo, io e Eugenio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Carletto48

    17 Gennaio 2020 - 10:02

    Il problema di questo Papa è che gli manca la fase 2. Dopo la fase 1, entrare nel campo del nemico della Fede, dovrebbe attivare quell'opera di apostolato e conversione che Nostro Signore ha affidato agli Apostoli ed in primis al capo della Chiesa terrena. Ed è qui che il nostro è mancante, anzi a volte sembra farsi convincere dalle tesi degli interlocutori, vedi Lutero, vedi Islam, vedi idoli amazzonici. E qui mi taccio.

    Report

    Rispondi

  • romanosette@alice.it

    romanosette

    17 Gennaio 2020 - 07:32

    L'occhiello fa dire a Papa Francesco: "la Chiesa obbligata a diventare più moderna: stare con i poveri e i deboli, non con i ricchi e i forti" e infatti parte da Eugenio Scalfari (ricco e forte). Quando si dice la coerenza.

    Report

    Rispondi

Servizi