cerca

Elon Musk e il futuro del cazzaro. La Tesla come il Pd

Il geniaccio di Tesla come Renzi: invece di spiegare i risultati, se l’è presa con i giornalisti

Maurizio Crippa

Email:

crippa@ilfoglio.it

4 Maggio 2018 alle 06:15

Elon Musk e il futuro del cazzaro. La Tesla come il Pd

Elon Musk (foto LaPresse)

Poi magari la strada giusta per andare a comandare è proprio quella. L’importante è essere cazzari, saper sbroccare al momento giusto, prendere a male parole gli avversari. Certe volte si porta a casa il risultato. Tipo vai da Fazio senza avvisare, e Martina te lo sei già fottuto. Poi passi in direzione a incassare i dividendi. E’ la strategia che ha scelto anche Elon Musk, geniaccio specializzato nella rottamazione del passato e a lungo considerato il re delle idee per il futuro: da PayPal alle astronavi da usare come i comuni mortali usano la Linea 8 dell’Atac, ma più veloci, fino a Tesla, l’auto elettrica più fica dell’universo. Solo che poi i dividendi non è che ci sono sempre, Tesla ha chiuso il quinto trimestre consecutivo in rosso per 709,6 milioni di dollari, ti tocca fare una conference call per spiegare un futuro un po’ meno fantastellare del solito. E te li trovi lì, tutti, come dei Franceschini qualsiasi. E’ allora che l’anima del cazzaro deve dimostrare di avere una marcia in più. E l’unica strada è quella. Invece di spiegare i risultati, se l’è presa con i giornalisti: “Scusami. Il prossimo, andiamo avanti. Le domande noiose e ossessionate non sono belle. Il prossimo?”. O anche: “Non sono qui per convincere a comprare o vendere i nostri titoli. Se siete preoccupati dalla volatilità, allora non comprate Tesla”. E magari andrà tutto bene, e viaggeremo tutti con la Tesla. Ma, in data 3 maggio 2018, è un po’ come dire che voteranno tutti Pd. L’unico problema dei cazzari è il futuro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Ferny55

    04 Maggio 2018 - 12:12

    Mi piacerebbe sapere di quanti finanziamenti pubblici ha goduto Tesla negli ultimi 10 anni.

    Report

    Rispondi

    • 75mxa

      04 Maggio 2018 - 13:01

      La risposta non e' semplice, ma in sintesi: Tesla ha ricevuto sussidi sia governativi che statali, direttamente ed indirettamente. Per esempio, i contribuenti americani hanno permesso a Tesla di vendere automobili scontate (sconto ambientale) e tramite la carbon tax di avere dei vantaggi fiscali. Paragonata ad altri costruttori di automobili a benzina/gasolio, Tesla sembra aver ricevuto meno sussidi, pero'. Cosi' mi sembra di capire.

      Report

      Rispondi

Servizi