cerca

L'insostenibile neutralità del Vaticano sul Venezuela

Il cardinale Parolin rivendica la linea super partes mentre Maduro blocca l'arrivo degli aiuti umanitari. I vescovi locali chiudono al negoziato col caudillo: “Non si tratta”

Matteo Matzuzzi

Email:

matzuzzi@ilfoglio.it

8 Febbraio 2019 alle 20:05

L'insostenibile neutralità del Vaticano sul Venezuela

Pietro Parolin, segretario di stato vaticano (LaPresse)

Roma. Il segretario di stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, ha illustrato la linea della Santa Sede sul Venezuela: non si sta con nessuno, né con il caudillo Nicolás Maduro né con il suo oppositore, Juan Guaidó. “Neutralità positiva”, la chiama Parolin, spiegando che “non è l’atteggiamento di chi si mette alla finestra e sta a guardare quello che succede, quasi indifferente a quello che succede, ma è l’atteggiamento di chi sta sopra le parti per cercare di superare la conflittualità”....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Matteo Matzuzzi

Matteo Matzuzzi

E' nato a Udine nel 1986. Si è laureato per convinzione in diplomazia e per combinazione si è trovato a fare il giornalista. Ha sperimentato la follia di fare l'arbitro di calcio, prendendosi pioggia e insulti a ogni weekend. Milanista critico e ormai poco sentimentale, ama leggere Roth (Joseph, non Philip) e McCarthy (Cormac). Ha la comune passione per le serie tv americane che valuta con riconosciuto spirito polemico. Al Foglio si occupa di libri, chiesa, religioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Gianca.3000

    09 Febbraio 2019 - 08:08

    Se il vaticano vuole salvare quel poco che resta della sua credibilità, farebbe bene a non interferire nella politica,oltre a tutto mi pare ,che le sue ingerenze ,spesso lo fanno schierare dalla parte sbagliata.

    Report

    Rispondi

Servizi