cerca

E' morto il cardinale Jean-Louis Tauran, una vita in difesa della libertà religiosa

Presidente del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso, aveva 75 anni. Malato di tempo di Parkinson, si trovava negli Stati Uniti. Nel 2013 annunciò al mondo l'elezione di Papa Francesco

6 Luglio 2018 alle 10:41

E' morto il cardinale Jean-Louis Tauran, una vita in difesa della libertà religiosa

Il cardinale Jean-Louis Tauran (LaPresse)

Roma. E' morto ieri negli Stati Uniti il cardinale Jean-Louis Tauran, presidente del Pontificio consiglio per il Dialogo interreligioso. Aveva 75 ed era malato da tempo di Parkinson. Proprio per curare la malattia si era recato nel Connecticut. Ne ha dato notizia Vatican News. L'ultimo appuntamento pubblico di Tauran risale allo scorso aprile, quando si recò in Arabia Saudita. Un viaggio storico, perché era la prima volta che un alto esponente della gerarchia vaticana si recava nel regno wahabita per incontrare il vicegovernatore di Riad e il segretario della Lega musulmana mondiale, Muhammad Abdul Karim al Issa. Come suo solito, il cardinale francese era stato netto quando chiamato a parlare dei temi che meglio conosceva: “Tutte le religioni devono essere trattate allo stesso modo, senza discriminazioni, perché i loro seguaci, insieme ai cittadini che non professano alcuna religione, devono essere trattati equamente”. Ancora, “i leader spirituali hanno un dovere: evitare che le religioni siano al servizio di un'ideologia e saper riconoscere che alcuni nostri correligionari come terroristi, non si stanno comportando correttamente. Il terrorismo è una minaccia costante e per questo dobbiamo essere chiari e non giustificarlo mai”. Inoltre, aveva chiosato, “i cristiani non devono essere considerati cittadini di seconda classe”.

 

 

Tauran ha sempre respinto la tesi dello scontro di civiltà, ritenendo che a minacciare il mondo sia piuttosto “lo scontro di ignoranze e radicalismi. Conoscersi è riconoscersi. L'avvenire consiste nell'educazione”. Considerato tra i diplomatici più brillanti della sua generazione, nel 1990 fu nominato segretario del Consiglio per gli Affari pubblici della chiesa (di lì a poco cambiò denominazione in Sezione per i Rapporti con gli stati). Arcivescovo dal 1991, fu creato cardinale nel 2003 da Giovanni Paolo II. Poco dopo arrivò la nomina ad archivista e bibliotecario di Santa romana chiesa. Nel giugno del 2007, Benedetto XVI lo chiama a presiedere il Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso e dal 2011 al 2014 è protodiacono. Fu proprio Tauran, la sera del 13 marzo del 2013, ad annunciare al mondo l'elezione di Jorge Mario Bergoglio al Soglio di Pietro. Il 20 dicembre del 2014 fu nominato camerlengo di Santa romana chiesa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi