cerca

Berlusconi contro il riscaldamento globale

Raffreddori e scetticismo.

12 Aprile 2010 alle 11:40

"Nel recente passato fra Italia e Francia c'era stato un periodo di freddezza, perché noi abbiamo posizioni diverse sul cambiamento climatico, siamo più scettici che ci sia un'incombenza così forte da costringere costi rilevanti soprattutto in momenti di crisi. Ne parlavo con la Marcegaglia, entrambi quest'anno abbiamo preso per tre volte il raffreddore, non c'è incombenza del riscaldamento globale, abbiamo frenato l'Europa e questo ha portato grande vantaggio al nostro paese e al nostro comparto industriale che sarebbe stato gravato di costi rilevanti".

Silvio Berlusconi all'incontro di Parma organizzato dal Centro Studi Confindustria

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi