cerca

La versione del Fatto dello stato di diritto

“Oltre allo stato di diritto esistono il buon senso e l’opportunità”. La frase si ritrova in un articolo di prima pagina, dedicato al caso Scattone e firmato da Gianni Barbacetto, sul Fatto di ieri. Il concetto è ambiguo come le parole che lo esprimono.

15 Settembre 2015 alle 06:14

“Oltre allo stato di diritto esistono il buon senso e l’opportunità”. La frase si ritrova in un articolo di prima pagina, dedicato al caso Scattone e firmato da Gianni Barbacetto, sul Fatto di ieri. Il concetto è ambiguo come le parole che lo esprimono. Sul “buon senso” e i danni che può causare ci sono in letteratura pagine memorabili, nell’opportunità trovano spazio situazioni antitetiche come una scelta repentina e rapinosa ma anche la radice dell’opportunismo. Sono comunque concetti massimamente soggettivi e sfuggenti, sostanzialmente arbitrari. Non qualcosa che affianca o completa, superandolo senza distruggerlo, il quadro di riferimento di quello che chiamiamo stato di diritto, bensì la sua negazione. Non “oltre”, dunque, ma “contro”. Lo stato di diritto è fissato nella Costituzione, ma proprio sul giornale che più di tutti si fa portavoce della sua irriformabilità, anche nelle forme da essa stessa esplicitamente previste, emerge la tensione volta a distruggerne le fondamenta. La contraddizione balza agli occhi, ma è politicamente spiegabile e molto contemporanea. Infatti viviamo tempi assai oscuri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi