Alla manutenzione stradale ci penseranno i robot

Alberto Brambilla

La sindaca di Roma ha redarguito alcuni operai che hanno ricoperto le radici degli alberi con il bitume. Ha ragione, ma meglio investire in tecnologia

La sindaca ha redarguito degli operai che stavano procedendo alla manutenzione stradale perché ricoprivano anche le radici degli alberi con il bitume. Ha ragione. E comunque lavorare in strada a Roma ha anche altri rischi, oltre le tirate di orecchie. E’ utile tenere d’occhio l’Università della California che sta cercando di identificare i lavori più pericolosi (dall’aspirazione di detriti lungo la strada alla rimozione della neve) con l’idea di creare dei robot capaci di sostituire l’uomo ed evitare incidenti.

Di più su questi argomenti:
  • Alberto Brambilla
  • Nato a Milano il 27 settembre 1985, ha iniziato a scrivere vent'anni dopo durante gli studi di Scienze politiche. Smettere è impensabile. Una parentesi di libri, arte e politica locale con i primi post online. Poi, la passione per l'economia e gli intrecci - non sempre scontati - con la società, al limite della "freak economy". Prima di diventare praticante al Foglio nell'autunno 2012, dopo una collaborazione durata due anni, ha lavorato con Class Cnbc, Il Riformista, l'Istituto per gli Studi di Politica Internazionale (ISPI) e il settimanale d'inchiesta L'Espresso. Ha vinto il premio giornalistico State Street Institutional Press Awards 2013 come giornalista dell'anno nella categoria "giovani talenti" con un'inchiesta sul Monte dei Paschi di Siena.