cerca

All'Isola dei Famosi c'è un po' di complottismo e uno scontro tra titani: Jonathan vs. Alessia Mancini

Franco è uscito in anticipo per motivi di salute, su Twitter è psicosi. Intanto c’è Bianca che continua a frignare e Francesca Cipriani che per fortuna rimane nell'isola

4 Aprile 2018 alle 08:28

All'Isola dei Famosi c'è un po' di complottismo e uno scontro tra titani: Jonathan vs. Alessia Mancini

L’Isola dei Famosi inizia tardi. Se neanche la Panicucci con mille cene instagrammate insieme a Silvio Berlusconi riesce a farsi dare la linea dall’ultimo arrivato, è inutile sperare che Marcuzzi sia tenuta in considerazione da Ricci. Forse lasciano correre, forse il ritardo è intenzionale e serve a non sentirsi in obbligo d'essere un programma educativo, i genitori hanno tutto il tempo di mettere i bambini a letto, sognare per loro un futuro migliore, quando basterebbe indicare Giucas Casella e minacciarli: "Guarda che se non studi e non sai fare nulla finisci così". Ma non servirebbe, perché poi entra Franco, uno che non si capisce bene perché sia all’Isola dei famosi se non per aver gestito una palestra frequentata dal demi monde Mediaset, e rinunci alla meritocrazia. Uno vale uno.

 

Franco è uscito in anticipo per motivi di salute, su Twitter è psicosi complottista: non ce la raccontano, è tutto pilotato, la verità è un’altra. Marcuzzi cercava di farglielo dire, senza violare la sua privacy, per carità, solo se lui voleva, ma Franco ha esordito sopravvalutandosi: "Lo dico chiaro e tondo" e non s’è capito niente come al solito. Sappiamo solo che ha litigato con tutti e forse gli è venuto un mezzo infarto: "Mi hanno fatto innervosire, e io non potendomi esprimere come volevo non mi sono sfogato". Forse li voleva prendere a pugni. Parte un video in cui litiga con Jonathan e con Perez e un po’ con tutti gli altri. Più che un pugile pareva un pungiball sgonfio e Alessia ha buttato lì che: "Credo che queste litigate abbiano inciso sul tuo stato di salute". Sipario.

 

Anche perché questa è l’isola dell’omertà dalla prima ora, e la Marcuzzi chiede si dica la verità, ma non troppo per favore. Si parte con un chiarimento: Franco avrebbe apostrofato Elena e Rosa come "puttane". Elena piange e dice che le donne non meritano un trattamento così. Dallo studio tutti concordi, e sembra lontano quel momento in cui la conduttrice prendeva a pesci in faccia Eva Henger, trattata peggio di una rovina famiglie: una rovina reality per aver fatto la spiona (proprio lei che è un’ex pornostar, ma questo nessuno ha mai avuto il coraggio di dirlo “chiaro e tondo” perché son persone di mondo, tranne su Twitter dove le davano della troia). Franco nega d’aver detto certe cose, ma Alessia Mancini – che ama la giustizia e la verità – dice che tutti hanno detto qualcosa, non si sa cosa, non si sa chi, non si sa in che circostanze: ricordate, è l’isola di Corleone. 

 

Ci scocciamo tutti subito e Mara Venier dopo un’ora in cui ha sintetizzato il blocco iniziale con “non si capisce niente”, a un certo punto chiede a Jonathan, nel bel mezzo di una lite in collegamento dalla Palapa, di dire cosa sa su Alessia Mancini, o di tacere. "Eh cosa volete, che io dica quello che so?", chiede il permesso Jonathan, sempre strategico, e Mara: "Sì, non puoi minacciare di dirlo: o lo dici o niente". Poi lo dice, e quindi attacca la giustizialista: Mancini lontana dalle telecamere ha detto che Simone è lo scemo del villaggio e non troverà mai una donna neanche a quarant’anni (nulla che non sapessimo), e che Nadia Rinaldi ha la rabbia delle ex grasse contro le magre (il bodyshaming è più grave: Rosa l’hanno quasi scannata perché le aveva dato della vecchia). Finalmente Jonathan ci ha svelato Alessia Mancini, il suo alter ego, e ce l’ha resa più simpatica, al contempo ha svelato se stesso: è vero che Mancini stava facendo la pura, ma per come vanno le cose Jonathan potrebbe ritrovarsi in fondo al mare con al collo una collana di mattoni. Marcuzzi ha detto che non si fa, sono chiacchiere tra loro, è stato poco carino. Tirate il sasso ma nascondete la mano: mica è un reality dove la gente viene lasciata affamata su un’isola deserta a scannarsi.

 

Se Jonathan è il paraculo, quello che prima di affondare il coltello nella carne di Franco dice "l’importante è che stai bene. Poi il resto, è un gioco, e viene in secondo piano", Alessia è invece il führer dell’Isola, la Tata Lucia, la supermamma, quella che sa di essere superiore e lo fa pesare a tutti continuamente, quella che quando la Cipriani miagolava: "Mi hanno detto che sono stata brava a cucinare" chiosava: "Certo alla centesima volta uno impara a fare il riso”, quella che riferendosi a Jonathan dice: "Non mi piace vincere facile, mi piacerebbe avercelo in finale" (e in un sol colpo si dimostra forte contro il più forte e dice che tutti gli altri sono calpestabili), quella che a quarant’anni è arrivata con lo stesso fisico di quando faceva la letterina, e cioè lo stesso che aveva a sedici anni, ma con la pelle lucida e abbronzata dal sole messicano e quindi niente la spaventa. Poco prima Jonathan aveva detto che lanciava rami d'ulivo ad Alessia perché non gli piace fare la guerra. Erano baci della morte. Una sintesi del loro rapporto è nel breve scambio a fine collegamento: "Il garbo: sempre", dice lui; "Stai in silenzio» replica lei; "Stai silenzio non è carino" chiude lui.

 

E il resto? C’è Bianca Atzei che frigna (e ad averlo saputo anziché gli integratori che fanno capolino sotto al seno di Mara dovevano pensare a una sponsorizzazione con i fazzoletti Tempo quando appariva Bianca). Piange perché ha sbagliato programma, e Mara le dice gentilmente che si deve svegliare e che l’isola è così, si litiga, ma pure nella vita reale si litiga, e la televisione non l’ha mai accesa negli ultimi quindici anni? Le fanno una sorpresa, ci sono varie lettere di carta che deve strappare: pensiamo le regalino dello Xanax e invece le fanno trovare il padre. Prima di buttarla fuori fanno parlare Elena col suo fidanzato: "Sei contenta di sentire Scintilla il tuo fidanzato?", chiede Alessia, "Certo, ma i miei gatti come stanno?". Per fortuna Cipriani, dopo una breve eliminazione, viene riammessa in gioco, preservando un po’ di leggerezza in questo covo di vipere, e quando le danno la fascia si preoccupa che non si vedono le tette. Stai tranquilla Francesca, si vedono.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi