Arriva la seconda stagione di Grand Tour: pantomima con pericoli veri

Clarkson, May e Hammond tornano in scena su Amazon prime video

8 Dicembre 2017 alle 13:56

Non si può dire che Jeremy Clarkson abbia molti tratti in comune con James Dean. Ma a 57 anni si sente ancora in vena di replicare all'infinito le "chicken run" di Gioventù bruciata. Dopo 13 anni di Top Gear, aveva deciso di smetterla con le corse folli e le supercar. Nel 2006, guidando un dragster con il motore di un caccia inglese a 464 km/h, aveva rischiato di perdere il pelo. Ma il vizio è rimasto e insieme a Richard Hammond e James May, Clarkson ha scritto un nuovo show: un Grand Tour ad alta velocità, appoggiato senzaz badare a spese da Amazon Prime video. È dicembre 2017 e siamo di nuovo qui. Stagione 2. Clarkson, May e Hammond tornano in scena oggi (8 dicembre) e questa volta, come ha detto il produttore Andy Wilman in occasione della sfarzosa manifestazione di lancio della scorsa notte a Londra, lo show "è pronto a camminare sulle sue gambe". 

 

C'è sicuramente qualcosa di vero in questa affermazione, ma c'è ancora tanto che dimostra che lo spettacolo non ha imparato dai suoi errori. La struttura è essenzialmente la stessa, scritta come una pantomima. Certo, ci sono alcuni cambiamenti superficiali ma in generale, lo show continua a camminare su una scomoda corda tra realtà e finzione, e l'intera faccenda è ancora ricoperta da una smania di umorismo politicamente scorretto. Con un budget così grande e una squadra di registi di talento, sembra comunque che ci si possa attendere un bello spettacolo – intrappolato in un format inconcludente. Speriamo che il resto della stagione decolli. A partire dalla puntata di apertura, nella quale si vedranno alcune immagini dell'incidente in cui è rimasto coinvolto Richard Hammond. Il presentatore stava girando una sequenza in Svizzera, al volante della Rimac Concept One. L'auto elettrica è uscita di strada ed è andata a fuoco. Hammond si è fratturato una gamba, ma si è ripreso in tempo per concludere le riprese della seconda stagione di The Grand Tour.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Dave7

    12 Dicembre 2017 - 00:12

    Richard Hammond si è schiantato a 464 all'ora sul dragster, non Clarkson

    Report

    Rispondi

Servizi