cerca

I paradossi della privacy: i test del Dna via posta no, lasciarci guardare in casa sì

Due famose aziende del settore licenziano i dipendenti per un calo della domanda

9 Febbraio 2020 alle 06:00

I paradossi della privacy: i test del Dna via posta no, lasciarci guardare in casa sì
Milano. C’è stato un periodo, durato fino a circa un annetto fa, in cui i kit per fare il test del dna andavano molto di moda. Per un paio d’anni era sembrato che chiunque, al modico prezzo di 100-200 dollari o euro, non vedesse l’ora di sputare in una provetta e di mandare per posta il prezioso liquido a una startup americana – la più famosa si chiama 23andMe, ma il Future of Privacy Forum ha calcolato che le aziende...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Eugenio Cau

Eugenio Cau

E’ nato a Bologna, si è laureato in Storia, fa parte della redazione del Foglio a Milano. Ha vissuto un periodo in Messico, dove ha deciso di fare il giornalista. E’ un ottimista tecnologico. Per il Foglio cura Silicio, una newsletter settimanale a tema tech, e il Foglio Innovazione, un inserto mensile in cui si parla di tecnologia e progresso. Ha una passione per la Cina e vorrebbe imparare il mandarino.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi