cerca

La vera guerra mondiale

Intelligenza artificiale, robotica, pirateria, scienze cognitive. Le armi dei prossimi conflitti sono nel cyberspazio. Dalle battaglie in medio oriente allo scontro fra Stati Uniti e Cina. E il rischio dell’Italia come cavallo di Troia. Le regole delle nuove guerre sono cambiate. Ma a vantaggio di chi? Inchiesta

13 Gennaio 2020 alle 14:55

La vera guerra mondiale

Gli specialisti della guerra cibernetica che prestano servizio con il 175 ° Cyberspace Operations Group della Maryland Air National Guard (foto di J.M. Eddins Jr | defense.gov)

A poche ore dalla eliminazione di Qassem Suleimani, il “mastermind” militare iraniano, gran burattinaio di una rete terroristica estesa tra Palestina, Libano, Siria e Iraq, Chris Krebs, direttore della Cybersecurity and Infrastructure Security Agency statunitense, esorta le principali aziende e i dipartimenti governativi ad alzare il livello di guardia: “Quella che all’inizio può apparire una piccola breccia, un solo account compromesso, può trasformarsi in un collasso di tutta la rete”. Che cosa succederebbe se l’energia, i treni, la Borsa venissero...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi