cerca

“Che mondo sarebbe senza Amazon? Pensate ai pannolini”. Parla Jay Carney

Da Alexa ai neonati: privacy, ricerca e sincerità. L’ambasciatore globale del colosso dell'ecommerce, ci spiega perché ora nessuno rinuncerebbe ai servizi che ci offre la tecnologia. E come fanno le aziende innovative a non “spaventare” i clienti

10 Marzo 2019 alle 06:00

Jay Carney, 53 anni, è il più prestigioso pezzo di aristocrazia pubblicistica prestato alla tecnologia americana. Ex corrispondente del Time da Mosca, dove ha raccontato la transizione del post Urss, ex capo di Time a Washington e poi capo ufficio stampa del vicepresidente Joe Biden e poi di Barack Obama, dal 2015 è l’ambasciatore globale di Amazon. Gira il mondo a incontrare presidenti e ministri e a spiegare che Amazon non è solo scatoloni con lo smile. Per conto di 'Jeff', come chiama lui il suo boss, l’uomo più ricco del mondo, Jeff Bezos”.

  

Leggi qui l'intervista completa a Jay Carney di Michele Masneri.

Da Obama ad Amazon. Jay Carney ha un sogno tech

È stato portavoce del presidente, ora è il gran ambasciatore di Jeff Bezos e parla di crescita, futuro dei media e Putin. Intervista esclusiva

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi