cerca

Perisic, l'ala a perdifiato

Corre, recupera, serve assist, segna e non si stanca mai. La risorsa dell’Inter che ringrazia ancora il padre e la sua fattoria

9 Dicembre 2017 alle 06:02

Perisic, l'ala a perdifiato

Ivan Perisic (foto LaPresse)

Chi non ha mai giocato sull’esterno forse non può capire. E’ una pista di decollo: stretta, lunga, dritta. Da una parte hai la linea laterale, dall’altra il difensore: è il corridoio di gioco, la via di fuga. Scegli tu quanto sia largo, in maniera inversamente proporzionale alla tua capacità di giocare negli spazi stretti. Fino all’uso massiccio delle ali a piede invertito, i mancini giocavano a sinistra e i destrorsi a destra, conducevano il pallone con il loro piede principale,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Beppe Di Corrado

Scrive con questo pseudonimo di calcio (e di altro) sul Foglio. Ha un passato da calciatore su campi polverosi e troppo duri. Faceva l'ala sinistra: ha sbagliato qualche gol. La colpa era proprio dei campi, ovviamente. Vive una vita a doppio passo: pensa all'America, ma l'unica cosa che capisce è il pallone, detesta gli arbitri, ma una volta l'hanno fotografato vestito da Concetto Lo Bello, è un terrone felice a Milano, con l'idea fissa di New York e la nostalgia di Bari. E' sposato con un angelo: è la parte migliore di lui.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi