C'è Toro-Atalanta, per assistere alla rinascita di Cristante

Alle 20.45 (arbitro Tagliavento di Terni) la Dea di Gasperini sfida i granata nell'anticipo della Serie A

Bryan Cristante

Bryan Cristante festeggia il gol siglato contro l'Everton (foto LaPresse)

Non era difficile immaginarlo la scorsa stagione, la conferma è venuta giornata dopo giornata in quella attuale. Si vedeva che Cristante stava tornando giocatore vero all'Atalanta tra le mani di Gasperini, un mago nel riciclare chi si pensava perduto (pensate a Thiago Motta). Il Milan aveva svenduto il giovane centrocampista per 6 milioni al Benfica nel 2014. Tre anni e cinque gol dopo (in campionato, per tacere del'Europa League), la serie A sta scoprendo un giocatore completo, che vale molto più di quei sei milioni e sul quale vale la pena puntare per il futuro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi