I belati contro Massa, i silenzi di De Laurentis dopo gli errori arbitrali europei

Quello che si vanta di aver fatto il liceo classico e che oggi amministra club in Serie A e B adesso vorrebbe pure fare il designatore arbitrale (con tanto di tuta dell’Aia addosso).

11 Maggio 2015 alle 16:08

I belati contro Massa, i silenzi di De Laurentis dopo gli errori arbitrali europei
Quello che si vanta di aver fatto il liceo classico e che oggi amministra club in Serie A e B adesso vorrebbe pure fare il designatore arbitrale (con tanto di tuta dell’Aia addosso): “Questo con me va a casa”, ha fatto sapere il cultore del latinorum e delle interviste logorroiche di cui non si capisce niente. “Questo” è Davide Massa, giovane arbitro internazionale che ieri ha diretto Lazio-Inter. Ha arbitrato bene, commettendo un errore (per altro per colpa non sua, visto che valutare il fuorigioco è compito degli assistenti), ma lo hanno lapidato con tanto di minacce, ragli e belati tipici di questa fogna di campionato. Tace, invece, De Laurentiis. Fino a oggi era il più attivo a polemizzare contro i fischietti nostrani, prima di vedere all’opera l’improponibile terna norvegese in Napoli-Dnipopetrovsk, semifinale di Europa League. Gol degli ucraini in fuorigioco: una roba che anche un panzone miope avrebbe visto sui nostri campetti del settore giovanile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi