cerca

L'invasione dei migranti che non c'è

Sulle coste della Spagna e della Grecia nella prima metà del 2019 sono arrivati molti più stranieri che da noi. La riforma del trattato di Dublino bocciata anche dall’Italia (nonostante il contratto di governo)

8 Luglio 2019 alle 10:08

L'invasione dei migranti che non c'è

I 65 migranti sulla nave Alan Kurdi , sbarcati a Malta(foto LaPresse)

L’Italia è il paese europeo che accoglie più migranti? Se un extraterrestre atterrasse oggi allo spazioporto di Grottaglie, in Puglia, e leggesse i giornali e le dichiarazioni del governo potrebbe probabilmente crederlo. Il governo italiano tuona, con dichiarazioni di sfida e accusa, contro i partner europei che non condividerebbero il peso dei flussi migratori dalla Libia. L’erede di E.T. capirebbe che l’Italia, per via della sua posizione geografica in mezzo al Mar Mediterraneo, è costretta ad accettare tutti gli sbarchi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • joepelikan

    08 Luglio 2019 - 20:08

    Tra l'altro, la disonestà intellettuale degli immigrazionisti è tale che ormai li considero pagati/eterodiretti fino a prova contraria. Pensate che oggi leggevo su uno dei tre "giornaloni" un articolo scritto da un sedicente centro studi che sosteneva quanto segue: 1) un quarto degli africani vuole emigrare 2) un terzo di questi (quindi un dodicesimo del totale) vuole andare in Europa 3)fornisce un link per cui la popolazione africana attuale è 1.3 miliardi ma diventerà 2.5 miliardi nel 2050 4) Ergo, dati 1,2 e 3 non c'è nessun rischio invasione. È ovvio che chi sostiene una cosa del genere, è o scemo,o pazzo, o disonesto o ci prende per scemi, o una qualsiasi combinazione di quanto sopra.

    Report

    Rispondi

  • verypeoplista

    verypeoplista

    08 Luglio 2019 - 17:05

    Signor Borga chi la legge vive in Italia, mangia, vive, ha dei figli, crede in qualche cosa..Insomma come Lei e chiunque altro sa che dai 120.000 saremo passati alle 2-3000 a fine stagione. E' notorio: perchè crede che sia nascosto ? Trattare come degli idioti i connazionali non credo sia molto intelligente. Quello che dispiace alla stragrande maggioranza degli italiani è far parte di una nazione dove chiunque straniero o italiano con una barca a vela o a motore se ne fotte di ciò che dicono le autorità e sfonda i confini: si pensi alla Francia con la donna in stato interessante su un treno al confine buttata a terra: non vorrei pensare a cosa accadrebbe se "la cugina Rachete" o il Ristoratore veneto emigrato a Palermo (praticamente un ossimoro dell'italiano medio caduco in mare) entrasse nel porto di Nizza o Bastia in Corsica; mi astengo per paura ipotizzare lo sbarco a Amburgo con bandiera italiana. Ma è così dura capire la banalità delle umane cose?

    Report

    Rispondi

  • luiga

    08 Luglio 2019 - 15:03

    invece sarebbe ora che si prendesse atto che ogni popolo ha il DIRITTO di decidere della sua sorte, se diluirsi in un altro popolo, se incentivare il governo a forme di tutela della famiglia, se conservare i propri principi e credenze. In italia convivono 50 nazionalità ed etnie senza problemi (senza grossi problemi), ci siamo adattati alle caratteristiche di ognuno . Bisognerebbe che la poltiica prendesse atto e non ci sia questo continuo bombardameno di bontà pelosa, abbianom capito che Salvini dovete buttarlo giù dalla torre ma fatelo per l'economia, fatelo per la disgregazione mascherata da autonomia, fatelo ma lasciate che il popolo decida chi vuole accogliere in casa e che questo pio desiderio sia rispettato. E' la democrazia bellezza!.

    Report

    Rispondi

    • Skybolt

      08 Luglio 2019 - 17:05

      Evidentemente è l'immigrazione che tira... e normalmente quello che tira è quello che si porta dietro interessi, in primis economici... il resto sono peanuts, e anzi si farebbe lo stesso.

      Report

      Rispondi

  • joepelikan

    08 Luglio 2019 - 13:01

    Caro Cerasa, sostenere che non c'è un'inondazione non è un buon motivo per abbattere la diga. La diga serve a contenere la forza del fiume, non a fermare un'inondazione già in atto. E la forza del fiume, fuor di metafora, è la demografia africana.

    Report

    Rispondi

    • joepelikan

      08 Luglio 2019 - 15:03

      Mi scuso, caro Borghi, intendevo...

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

Servizi