cerca

Anche le statue muoiono

Abbattimenti, decollazioni, trasferimenti. Un catalogo, sull’onda del tumulto corrente, guidato da un proposito civile: bisogna continuare a erigere statue. Per conservare una forma di devozione e perché non si possono lasciare le generazioni future senza niente da abbattere

29 Giugno 2020 alle 11:48

Anche le statue muoiono

Foto LaPresse

La mia sarebbe una rassegna che chiunque potrebbe compilare, con un po’ di applicazione, se non fosse guidata da un proposito civile, quello di dissuadere dalla conclusione semplicistica cui corrono in tanti: farla finita con le statue, non erigerne mai più una. Al contrario, è dovere dei governi e delle autorità pubbliche continuare e moltiplicare l’erezione di statue, in considerazione delle generazioni future. Le generazioni future non devono restare senza niente da abbattere. Innalziamo statue. Investiamo sull’avvenire in cui, più...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Adriano Sofri

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi