cerca

Volare: dopo la fase low serve la fase large

Care compagnie aeree, uscire dalla pandemia migliori sarà difficile, ma sperare di essere più comodi sì

Giuliano Ferrara

Email:

ferrara@ilfoglio.it

16 Maggio 2020 alle 06:00

Volare: dopo la fase low serve la fase large
Gentile compagnia aerea, non chiedo il rimborso della prenotazione, mi accontento del voucher, ma anche niente, però mi sembra giusto che si esca dalla pandemia non dico migliori, difficile, ma più comodi, doveroso. Una ristrutturazione degli interni degli abitacoli volanti, richiesta da esigenze di sicurezza sanitaria, a quanto pare, sarebbe solo un risarcimento per una vita di scoliosi, di mezze trombosi venose, pantaloni e gonne e giacche strappati, sottile induzione all’odio per l’umanità e i bambini, insomma di sofferenze indicibili...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Carletto48

    16 Maggio 2020 - 20:04

    Tutto fattibile pagando 4 volte tanto il normale biglietto aereo per far fronte al 75% dei posti che non verranno più occupati.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    16 Maggio 2020 - 17:23

    Un insieme di paradossi affascinanti. Gustiamoceli con divertita ironia. In attesa del teletrasporto.

    Report

    Rispondi

  • stefano.fumiatti

    16 Maggio 2020 - 17:10

    Caro Dr. Ferrara, da molto tempo ormai le 'classi' sui voli commerciali sono almeno 4, più tante sotto-varianti; prima (costosissima), business (costosa ma comoda), premium economy e economy. Ognuno può scegliere in base al proprio "portafoglio". Se anche nelle classi 'economy' chiediamo più spazio dovremo rassegnarci a pagare di più visto che il trasporto aereo commerciale ha dei margini di guadagno molto molto piccoli (anche considerando il calo temporaneo del costo del carburante). Riguardo alle estenuanti attese, in fase di imbarco e di discesa dal velivolo, queste sono dovute al fatto che molti passeggeri portano il loro bagaglio in cabina anziché imbarcarlo in stiva con l'illusione di accelerare rispetto alla classica riconsegna dei bagagli.

    Report

    Rispondi

  • Cacciapuoti

    16 Maggio 2020 - 09:52

    Dopo padre pio, modugno: per ferrara la puglia è il chiodo da battere. Io la penso all'opposto: il chiodo da battere è la lombardia (invisa, da sempre ai sinistri).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi