cerca

“Il coronavirus è una pausa dal capitalismo”. Zizek vede del buono a Wuhan

Il neobolscevico modaiolo sulla quarantena cinese

18 Febbraio 2020 alle 11:10

“Il coronavirus è una pausa dal capitalismo”. Zizek vede del buono a Wuhan

Foto LaPresse

Roma. Sarebbe facile liquidare Slavoj Zizek come ha fatto John Gray, per il quale il filosofo sloveno “è riuscito a smerciare il più grande errore del secolo come intrattenimento d’élite, con un neobolscevismo modaiolo che promette al consumatore annoiato l’eccitante esperienza delle idee proibite”. Se non fosse che Zizek lo “smercia” non solo fra tutti i movimenti antagonisti come Occupy, ma anche sul Financial Times e sul New York Times. Nel suo libro “Disparities”, Zizek era arrivato a scrivere: “Sarebbe...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giulio Meotti

Giulio Meotti

Lavora al Foglio dal 2003. Si è laureato in Filosofia. Ha scritto per il Wall Street Journal. È autore di quattro libri su Israele, alcuni tradotti in più lingue. È sposato. Ha due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • branzanti

    18 Febbraio 2020 - 12:16

    Scusi Meotti, ma leggendo le farneticazioni di questo poveretto non credo proprio che gli alienati siamo noi.

    Report

    Rispondi

Servizi