Il populismo è “la politica dell’intestino”. Intervista a Catherine Fieschi

Micol Flammini

14/08/2019

Il populismo è “la politica dell’intestino”. Intervista a Catherine Fieschi

foto LaPresse

Egocentrici e fintamente autentici, studiare i populisti per batterli. Un libro spiega come. Parla l'autrice

Roma. Con il telefono a pochi centimetri di distanza dal viso, con il faccione talmente grande che sembra non entrare nello schermo e con ogni difetto amplificato dalla vicinanza, eccessiva, la diretta Facebook è diventata lo strumento principale di comunicazione dei populisti. E quella noncuranza del difetto, anzi, l’esagerazione del difetto stesso, è parte del successo, è il difetto che dice all’elettore “guarda, io sono come te”. Quando si parla di populismo, si perde spesso la lucidità, eppure, rimanere ragionevoli,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.