cerca

Il compratore di ultima istanza

I bond corporate sono cari, ma qualcuno li acquista

12 Dicembre 2019 alle 16:16

Poiché viviamo il paradosso di un tempo dove il denaro ha un costo negativo e tuttavia l'attività economica langue, stupisce poco osservare che i bond corporate siano divenuti cari malgrado le prospettive delle aziende siano tutt'altro che floride. Ciò vuol dire che gli investitori, a caccia disperata di rendimenti, sono disposti a correre il rischio crescente che gli utili delle aziende non riescano a ripagare le loro cedole. L'attività langue, appunto. Sbaglierebbe chi pensasse che gli investitori non si pongano il problema. Il fatto è che ormai hanno capito che si prepara l'evoluzione finale del central banking: da prestatore di ultima istanza a compratore di ultima istanza. All in.

Maurizio Sgroi

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi