cerca

Illudersi di essere se stessi: ecco un altro brutto virus

Witold Gombrowicz è stato anche uno dei più fragorosi punti esclamativi della Letteratura, e sarebbe sufficiente leggerne anche solo i due Diari per capirlo

Commenta

Samuel Johnson e la scrittura come forma di riparazione

(foto Wikipedia)

una fogliata di libri

Samuel Johnson e la scrittura come forma di riparazione

Il lavorìo continuo, in una Londra popolata di vagabondi e miserabili, era forse l’unico rimedio in grado di dare equilibrio al suo umore perennemente melancolico

Commenta

Non fermarsi al limite naturale dell’esistere

Remo Pagnanelli

Una fogliata di libri

Non fermarsi al limite naturale dell’esistere

Tra i classici che tali diventeranno, spicca un marchigiano che ha tracciato su carta poesie indimenticabili, di pura e cristallina visione. Remo Pagnanelli

Commenta

Perché non possiamo non dirci crepuscolari

Nell'Eternità, di Paul Schad-Rossa

Una fogliata di libri

Perché non possiamo non dirci crepuscolari

Ogni cosa, appena la afferriamo, è già obsoleta, e ogni sentimento che sperimentiamo sembra l’ombra di una sua versione più autentica e inafferrabile. Le poesie di Marino Moretti

Commenta

Lo scrittore che raccontava la Pazzia dal suo manicomio

Una fogliata di libri

Lo scrittore che raccontava la Pazzia dal suo manicomio

L’universo letterario di Tobino viaggia di pari passo con quello più intimo, personale, in un gioco di intrecci che prevede la combinazione parallela della sua carriera di psichiatra con quella di scrittore

Commenta

Il senso vivo del Ricordo del commissario Ricciardi

La nave "Toscana" lascia il porto di Pola, passata alla Yugoslavia titina. Era il 1947

una fogliata di libri

Il senso vivo del Ricordo del commissario Ponzetti

Il protagonista della "Vendetta di Oreste" si fa venire incontro luoghi di Roma che pochi guardano e molti addirittura ignorano, come il Villaggio giuliano-dalmata

Commenta

Bunin è un regalo per noi lettori superstiti (ma forti)

Vasilij Vasil'evic Kandinskij, prime sperimentazioni del 1908

una fogliata di libri

Bunin è un regalo per noi lettori superstiti (ma forti)

"Il villaggio" è un capolavoro vero, dando alla parola capolavoro il significato etimologico e non quello da social

 

Commenta

Bigongiari fu vero maestro nell’illusorio Novecento

Piero Bigongiari (elaborazione grafica Enrico Cicchetti)

Bigongiari fu vero maestro nell’illusorio Novecento

Il poeta toscano intese la letteratura come gesto naturale, alla stregua dei suoi amati pittori del Seicento diede rilevanza prima alla pratica e alla bottega, agli allievi da forgiare e alle amicizie da coltivare

Commenta

La verità, alla fine, è solo questione d’intensità

Una fogliata di libri

La verità, alla fine, è solo questione d’intensità

Sacks sa farci vedere che non c’è alcuna differenza tra le intuizioni sussurrate dalle Muse e il barbone che borbotta e dondola a un angolo della strada

Commenta

Pensare una società con la scuola ridotta al minimo

Vincent Van Gogh, "La ronda dei carcerati" (olio su tela, 1890)

una fogliata di libri

Pensare una società con la scuola ridotta al minimo

Non riusciamo più a concepire altre modalità di diffusione del sapere. Un libro di Ivan Illich

2commenti

Quel mercurio letterario che fu Italo Calvino

Una fogliata di libri

Quel mercurio letterario che fu Italo Calvino

Come il metallo liquido, lo scrittore non si rompe mai ma può infrangersi in mille sfere inafferrabili, tra virtuosismo stilistico e sostanza letteraria

Commenta

Più Visti

Multimedia

Servizi