"Apartheid vaccinale". Per il sottosegretario leghista all'Istruzione il vaccino è un tso

Enrico Cicchetti

La senatrice di Forza Italia Licia Ronzulli presenta un ddl sull'obbligo vaccinale per il personale scolastico. Ma secondo Rossano Sasso (Lega) è "inutile e inopportuno", "illiberale" e "discriminatorio". L'azzurro Cattaneo chiede le dimissioni

Dopo le polemiche dei giorni scorsi attorno al green pass e ai vaccini, Matteo Salvini ha dichiarato che si sottoporrà all'immunizzazione. Ma la Lega continua ad avere un rapporto tormentato con i vaccini. Oggi il sottosegretario all'Istruzione, Rossano Sasso, della Lega, ha paragonato il vaccino a un trattamento sanitario obbligatorio, per di più "sperimentale". E ha parlato di  "apartheid vaccinale".

 

 

Sasso, in un post sul suo profilo Facebook, ha attaccato la proposta della senatrice di Forza Italia Licia Ronzulli, presidente della commissione parlamentare per l'Infanzia e l'Adolescenza. Ronzulli ha infatti consegnato al ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, un disegno di legge sull'obbligo vaccinale per il personale scolastico. "È un modo per assicurare agli studenti - spiega la Ronzulli - un rientro sicuro e, soprattutto, duraturo. Spero che il governo recepisca quanto prima questa proposta perché, nonostante la stragrande maggioranza degli insegnanti sia già vaccinata, ci sono delle sacche di resistenza che rischiano di compromettere il regolare svolgimento anche del prossimo anno scolastico".  

  

Ma per il sottosegretario Sasso il ddl Ronzulli è "assolutamente inutile e inopportuno", "illiberale, perché non si può imporre un trattamento sanitario obbligatorio per lo più sperimentale" e "discriminatorio". Da "tso" a "vaccino sperimentale" a "discriminazione": è un grande ritorno di alcune parole d'ordine della galassia no vax.  

 

E anche il collega leghista Antonio Zennaro approva: "Bravo Rossano", scrive il deputato sotto il post.

 

Del resto è proprio Forza Italia l'unico partito, all'interno della coalizione di centrodestra, apertamente a favore dell'obbligo vaccinale, almeno "per alcune categorie, sicuramente quella degli insegnanti", come ha detto al Foglio Renata Polverini. Tanto che Alessandro Cattaneo, deputato di FI, interviene subito, sotto al post di Sasso, e ne chiede le dimissioni: "Un sottosegretario della nostra Repubblica che definisce 'tso sperimentale' un vaccino non è degno del ruolo che ricopre. Irresponsabile!".

  

  • Enrico Cicchetti
  • Nato nelle terre di Virgilio in un afoso settembre del 1987, cerca refrigerio in quelle di Enea. Al Foglio dal 2016