Le speranze riposte in Fabrizio Ferragni

La squadra di Campo Dall’Orto prova a rafforzarsi e lo fa a scommettendo sull’usato garantito. Fabrizio Ferragni è il nuovo capo delle relazioni istituzionali della Rai.

18 Ottobre 2016 alle 06:12

Le speranze riposte in Fabrizio Ferragni

Fabrizio Ferragni (foto LaPresse)

La squadra di Campo Dall’Orto prova a rafforzarsi e lo fa a scommettendo sull’usato garantito. Fabrizio Ferragni è il nuovo capo delle relazioni istituzionali della Rai. Prende il posto lasciato libero da Alessandro Picardi, da poco sposo della ministra Beatrice Lorenzin e divenuto nel frattempo presidente di Tv Sat. Ferragni, da una vita in Rai – già alla fine del secolo scorso era a capo della Tgr del Lazio e pure sua moglie lavora al Tg1 – è giornalista esperto e soprattutto abituato a confrontarsi con il potere politico e il governo. Democristiano da sempre, vanta ottimi rapporti con molti esponenti del centrosinistra e del centrodestra: da Casini a Gasparri. Ma è soprattutto con Michele Anzaldi che da tanto tempo ha un forte legame. Insomma, in molti nell’azienda e in Parlamento sperano che sia lui a riportare un po’ di sereno nei rapporti fra la politica e viale Mazzini. Negli ultimi mesi, infatti, gli attacchi dei partiti, di tutti i partiti, di fatto esclusi per la prima volta dalla gestione diretta dell’azienda grazie ai pieni poteri che la nuova legge ha conferito al dg, sono stati sempre più frequenti e quelli più duri sono arrivati proprio dalle file del Pd. Ferragni riuscirà a fare da paciere?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi