Cosa aspetta la Rai a nominare il nuovo corrispondente da Parigi?

Da 5 mesi, da quando cioè Antonio Di Bella è stato nominato direttore di Rainews24, la prestigiosa e strategica sede di corrispondenza della Rai di Parigi é senza guida: cosa aspetta l’azienda a nominare il nuovo corrispondente?

5 Luglio 2016 alle 06:28

Cosa aspetta la Rai a nominare il nuovo corrispondente da Parigi?

Marcello Masi (foto LaPresse)

Da 5 mesi, da quando cioè Antonio Di Bella è stato nominato direttore di Rainews24, la prestigiosa e strategica sede di corrispondenza della Rai di Parigi é senza guida: cosa aspetta l’azienda a nominare il nuovo corrispondente? Il job posting (la selezione interna) è stato fatto ma è congelato da mesi. Pare siano tre i nomi validi emersi: Alessandro Cassieri, esperto ed apprezzato inviato e corrispondente del Tg1 sostenuto con forza dal suo Direttore Mario Orfeo; Stefano Marroni, attuale vicedirettore del Tg2 con un passato a Repubblica ed ex marito di Bianca Berlinguer; e Donato Bendicenti, già volto noto del Tg1 ed adesso caporedattore e conduttore di Transatlantico su Rainews24 e supportato proprio dall’ex corrispondente Di Bella. Davvero non si capisce perché occorra così tanto tempo a scegliere un corrispondente fra questi 3 validi professionisti. A meno che l’idea sia un’altra: destinare a Parigi Marcello Masi, attuale direttore del Tg2 che presto sarà sostituito. Certo sarebbe curioso aver fatto la selezione per poi scegliere qualcuno che la selezione non l’ha fatta. Ma mai come adesso nella nuova Rai vale il vecchio slogan: Rai, di tutto, di più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi