Genova-Livorno-Roma: l’ascesa di Lanzalone, l’avvocato che inguaia il M5s

Stupiti? “Stupiti più che altro per i tempi: credevamo ci sarebbe voluto di più. Per scoperchiare il letamaio”, commentano i militanti romani del movimento

14 Giugno 2018 alle 14:17

Genova-Livorno-Roma: l’ascesa dell’avvocato che inguaia il M5s

Luca Lanzalone (foto LaPresse)

Roma. La considerazione che militanti e portavoce del M5s hanno di Luca Lanzalone, sta tutta nell’esultanza un po’ cinica con cui pur nel primo stordimento di ieri mattina, sulle chat interne, si commentava la notizia del suo arresto. “Ma guarda che sorpresa, eh?”, se la ridevano i grillini di seconda o terza fascia – tra loro vari candidati trombati del 4 marzo, collaboratori di parlamentari e pure consiglieri municipali – mentre i deputati e senatori di maggior rango, e di...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi