Photo by T. Selin Erkan on Unsplash  

preghiera

La manovra del governo è antiuomo: mortifica i poveri maschi

Camillo Langone

Le “agevolazioni sulle assunzioni a tempo indeterminato per donne under 36” sono, mi sembra ovvio, ostacoli alle assunzioni a tempo indeterminato degli uomini under 36. E già ora gli uomini sono fragili, angosciati, sul punto di estinguersi

La si consideri una manovra antiuomo, sebbene a parole familista (ma quali famiglie senza l’uomo?). Le “agevolazioni sulle assunzioni a tempo indeterminato per donne under 36” contenute nella manovra del governo Meloni sono, mi sembra ovvio, ostacoli alle assunzioni a tempo indeterminato degli uomini under 36. E già ora gli uomini sono fragili, angosciati, sul punto di estinguersi: i tre quarti dei suicidi sono maschi. Lo psicologo Roberto Marchesini ricorda che “l’uomo sente particolarmente il compito di lavorare per il sostentamento economico della famiglia. Se una donna resta senza lavoro, nel giro di poco tempo si riorganizza. Se è un uomo a rimanere senza lavoro, la situazione è di grave rischio. Per l’uomo è una mortificazione se la moglie guadagna più di lui”. Dunque manovra mortificante per i poveri uomini, per uomini sempre più poveri visto che vengono via via estromessi dalle professioni prestigiose: già oggi le donne sono in maggioranza in magistratura e avvocatura, e stanno per diventarlo in medicina. Con maschi morti, o anche soltanto mortificati, non si producono famiglie né figli. Si producono invece, questo sì, tantissime zitelle.

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).