cerca

La miglior vendetta contro le notizie è vivere bene

A leggerti sembri depresso, mi dicono. Difficile non dare questa impressione: scrivo dopo aver letto le notizie... E allora oggi invece di leggere i giornali leggo la mia vita

25 Giugno 2020 alle 06:00

La miglior vendetta contro le notizie è vivere bene

A leggerti sembri depresso, mi dicono. Difficile non dare questa impressione: scrivo dopo aver letto le notizie... E allora oggi invece di leggere i giornali leggo la mia vita. Qui le cose vanno molto meglio. Mi è arrivato il pacchetto del cravattificio siciliano Graffeo, una cravatta di maglia di seta verde che sono bramoso di sfoggiare. Ho gustato la cucina rinascimentale di Romano Tamani nel castello medievale di Felino: la faraona con uva, arancia, mostarda, melagrana e menta mi ha fatto sentire un Gonzaga. Ho ammirato “Vita, morte e miracolo alla Mesola”, il nuovo quadro di Nunzio Paci, tre cervi fiabeschi nella riserva di caccia ducale, e mi sono sentito un Estense... Ho fotografato il culo della naiade del Gruppo del Sileno nel Parco Ducale di Parma, immaginando di essere l’abate Frugoni che qui declamava endecasillabi erotici alle damine di corte... Mi sono fermato davanti ai diamanti del Palazzo dei Diamanti, a Ferrara: irradiano opulenza ed energia. Ho bevuto una magnum di Lambrusco di Sorbara Paltrinieri: magnum, Lambrusco, Sorbara, Paltrinieri, tappo a corona, rifermentazione in bottiglia, servito freddo, sette mosse per arrivare al settimo cielo. Ascoltando per tutto il tempo “La vie en rose” nella nuova versione di Thomas Dutronc: “When you kiss me heaven sighs...”. Si prenda nota: la miglior vendetta contro le notizie è vivere bene.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • gianniboss

    25 Giugno 2020 - 12:13

    È da mo che uso questa tecnica con variante sul fronte vino: Cabernet Franc di Monteforche .

    Report

    Rispondi

  • Carletto48

    25 Giugno 2020 - 10:08

    Beato te Camillo che hai il cervello fresco, il cuore indomito e le tasche piene per vivere queste magnifiche avventure.

    Report

    Rispondi

    • Alessandro2

      Alessandro2

      25 Giugno 2020 - 11:13

      Mi associo. Attenzione però che per vivere bene non bisogna per forza avere le tasche piene: il lambrusco costa poco, come la musica bella; il Parco Ducale è gratis, le donne da guardare pure; e la faraona con l'uvetta ce la possiamo cucinare anche da soli. Certo, bisogna spegnere la TV, lasciar perdere il centro commerciale, e agire. Con determinata, calma, indolente ma inesorabile volontà.

      Report

      Rispondi

      • fabriziocelliforli

        25 Giugno 2020 - 21:06

        Bravo. Non occorrono tasche piene; il messaggio sottotraccia, secondo me, è goder di ciò che si puote e si vuole.

        Report

        Rispondi

      • Carletto48

        25 Giugno 2020 - 17:11

        E non dover perdere intere giornate per racappezzarsi sui provvedimenti del governo atti a compilare correttamente la dichiarazione dei redditi in quest'anno terribile.

        Report

        Rispondi

Servizi