cerca

Quando l'abito fa il monaco

Non compro mai libri di preti che non indossano indumenti religiosi

19 Gennaio 2019 alle 06:16

Quando l'abito fa il monaco

Foto LaPresse

Tendo a scegliere i libri in base all’editore, e i libri religiosi in base all’abito dell’autore. Sì, pretendo buona carta e abbigliamento coerente. Nella vetrina di una libreria scorgo un titolo interessante, “Fine dell’eccezione umana? La sfida delle scienze all’antropologia”, ma dopo rapida ricerca digitale constato che dell’autore, monsignor Giacomo Canobbio, non esiste una foto in cui sia vestito anche solo vagamente da prete. A fianco c’è un ingolosente “Dizionario biblico della letteratura italiana” ma dopo rapida ricerca digitale constato che l’autore, monsignor Marco Ballarini, usa il clergyman (mai capito come tanti preti cattolici non capiscano il controsenso di vestirsi da preti di un’altra religione, quella anglicana). Per giunta, a causa del doppio mento, in varie immagini il colletto bianco nemmeno si vede… Fa niente, ho tanti libri a casa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi