Guido Martinetti va spudoratamente imitato

Finalmente ho capito come si sentono le donne quando si sentono dire “Sei bellissima”. Grazie al fondatore di Grom

14 Marzo 2018 alle 06:00

Guido Martinetti va spudoratamente imitato

Guido Martinetti (foto LaPresse)

“Ti trovo benissimo”. Non mi aveva mai visto, ci eravamo solo scritti delle mail. “Ti trovo benissimo”. Lo diceva sorridendo e sembrava davvero felice di avermi incontrato e di avermi trovato così bene. Che lezione mi ha dato Guido Martinetti a Torino. L’uomo ha vissuto alti (il successo di Grom, gli applausi per l’autobiografia) e bassi (la vendita di Grom, un grave incidente automobilistico) ma in quella galleria d’arte di via Giolitti mi è apparso capace di affrontare qualsivoglia contingenza col sole in fronte. Finalmente ho capito come si sentono le donne quando viene pronunciata una di quelle frasi vecchissime tipo “Sei bellissima”. Loro si sentono bellissime. Io mi sono sentito benissimo. Ho capito subito che Guido Martinetti andava spudoratamente imitato anche se purtroppo ho ancora delle difficoltà, misantropo qual sono: prego che l’esempio di un sì dolce Maestro inzuccheri il mio sguardo e mi faccia trovare tutti e tutte benissimo (perché se non credi a ciò che dici non risulti credibile, chiaro).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi