cerca

L'avvertimento di Amos Oz sui rischi degli stati multietnici

Lo scrittore ebreo contrario ad una nazione che riunisca arabi e ebrei: “Se annettessimo Cisgiordania e Gaza noi diventeremmo ben presto una minoranza nel nostro Paese”

13 Dicembre 2017 alle 06:00

L'avvertimento di Amos Oz sui rischi degli stati multietnici

Amos Oz

Dagli ebrei la salvezza (Giovanni 4,22), da Amos Oz un avvertimento. Oz non è uno skinhead di Como, è un ebreo di Tel Aviv, per giunta un figlio di perseguitati, un laburista, un fondatore di Peace Now, un autore Feltrinelli. Eppure dice: “Sono scettico degli Stati multinazionali”. Dove “scettico” è un eufemismo e “multinazionale” va tradotto con “multietnico”. Oz, intervistato dal senzafrontierista Corriere che cerca di depotenziarlo a cominciare dal titolo, si dichiara contrarissimo a uno Stato che riunisca arabi ed ebrei: “Se annettessimo Cisgiordania e Gaza noi diventeremmo ben presto una minoranza nel nostro Paese”. Non si possono accogliere dentro i propri confini popoli più fecondi perché “è difficile essere minoranza sotto una maggioranza musulmana”. E’ difficile anche per le minoranze non ebraiche e Oz ricorda i tristi casi degli yazidi e dei cristiani iracheni. Quindi “dobbiamo separarci, come in un condominio dove ognuno ha il suo appartamento. Non mi piacciono i dormitori”. Rifiutino la salvezza che viene dagli ebrei coloro che vogliono vivere in un dormitorio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    14 Dicembre 2017 - 10:10

    Il nocciolo : "è difficile essere minoranza quando la maggioranza è musulmana". Difficile a prescindere che sia in un dormitorio o in un condominio, dico io. Non di etnia si tratta, ma di giudaismo: patrimonio inestimabile dell' Umanità colla maiuscola, quella etica. Se non la ami la odi.

    Report

    Rispondi

  • NAPOORSO

    13 Dicembre 2017 - 11:11

    In realtà uno stato come piace ai senzafrontieristi è storicamente esistito: l'Imperiale Regia Monarchia Austro-ungarica a salda matrice cattolica.... La cosa simpatica che quella monarchia fu distrutta in nome dei popoli da forze massoniche e di sinistra i cui eredi oggi sostengono esattamente l'opposto dei loro padri spirituali. Per chi ha dubbi perplessità etc pregasi leggere Requiem per un impero defunto di François Fejtö

    Report

    Rispondi

  • NAPOORSO

    13 Dicembre 2017 - 11:11

    Esimio non per contraddirLa, ma uno stato multietnico con le caratteristiche amate dai senzafrontieristi è già esistito: l'Imperial Regia Monarchia Austro-Ungarica.... Stato a salda matrice cattolica, garante della libertà di tutti.

    Report

    Rispondi

Servizi