L'anticipazione

La fedelissima di Zingaretti al Mef. Il terremoto nel M5s. Draghi verso la nomina dei sottosegretari

Simone Canettieri e Valerio Valentini

Nel M5s al momento il grande escluso è Buffagni, mentre sarebbero confermati Castelli e Sibilia. La Lega fuori dal Viminale. Torna Amendola nel Pd, fuori Misiani. Forza Italia promuove Sisto e la Binetti

    Si chiude la partita dei sottosegretari, si chiude così la squadra di governo. Alle 18 infatti è convocato il Consiglio dei ministri per la nomina dei nuovi componenti. Per quanto riguarda il Pd Nicola Zingaretti punta su Alessandra Sartore che da assessore al Bilancio della Regione Lazio andrà al ministero dell'Economia. Antonio Misiani, che avrebbe dovuto lasciare il suo posto a Via XX Settembre per traslocare al Mise, sarebbe invece rimasto tagliato fuori dalla rosa finale. In lista finiscono invece Anna Ascani e Marina Sereni, insieme a Simona Malpezzi (Rapporti col Parlamento). Enzo Amendola tornerà a occuparsi degli Affari europei. L'altra new entry per il Nazareno è la senatrice pugliese Assuntela Messina.  

     

    Nel M5s, che conta su 11 sottosegretari, il grande escluso per ora è Stefano Buffagni, che ha abbandonato l'Aula di Montecitorio, dove si trovava, inferocito. Rossella Accoto andrebbe al Lavoro, Anna Macina alla Giustizia, Barbara Floridia all'Istruzione. Ilaria Fontana e Dalila Nesci completano la lista dei nuovi ingressi. Riconfermati, invece, Laura Castelli al Mef e Manlio Di Stefano agli Esteri, Carlo Sibilia al Viminale e Pierpaolo Sileri alla Salute. 

     

    Forza Italia promuove, stando a quanto trapela, Francesco Paolo Sisto alla Giustizia e Deborah Bergamini ai Rapporti col Parlamento. Gilberto Pichetto al Mef, Francesco Battistoni all'Agricoltura. Paola Binetti vincerebbe la gara interna all'Udc con Antonio De Poli. Restano in forse Maria Alessandra Gallone e Giorgio Mulè.  

     

    La Lega dovrebbe promuovere Claudio Durigon al Mef, mentre al Lavoro dovrebbe andare Andrea Giaccone. Spazio anche a Massimo Bitonci, Vannia Gava, Barbara Saltamartini.

     

    Secondo La Presse i sottosegretari saranno 34: 11 del M5s, 7 della Lega, 6 del Pd, 6 di Fi, 2 di Iv, 1 di Leu e 1 del Misto.