cerca

Migranti? Dritti al sodo, senza toni di bandiera

La questione mediterranea non può tornare a essere un tema di battaglia ideologica e speculazione bieca. La svolta che serve ha due dimensioni: Europa e integrazione. Smontare la Orfini’s list

2 Agosto 2020 alle 06:02

Migranti? Dritti al sodo, senza toni di bandiera

(foto LaPresse)

Matteo Orfini è un parlamentare del Partito democratico, già suo presidente, polemico con il gruppo dirigente, come il sindaco di Bergamo e tanti altri. Non ci fosse, un’opposizione interna, il Pd dovrebbe inventarla, il che sarebbe imbarazzante. Invece c’è. Invoca maggiore fermezza con l’alleato di governo grillino, esige identità e visione, critica alcuni aspetti del lavoro di Conte e dei suoi ministri, anche con asprezza, soprattutto pretende che si azzeri senza indugiare la brutta esperienza del Conte1, il governo con...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Carlo6

    03 Agosto 2020 - 14:27

    Se non si mette un argine a queste subdole migrazioni via mare Salvini si farà un bel selfie con foto di sfondo di immagini post di tutto, di chi ha vissuto tutto o quasi ed averci capito poco o niente. Il popolo portato agli estremi non ragiona o ragiona troppo, così gli inglesi con la brexit, così gli italiani con gli sbarchi. La colpa non è di Salvini, la colpa è di chi non vuol vedere gli umori del popolo attraverso i fatti. Il povero Renzi non è bastato ed ancora si crede che Renzi sia finito per il resto e non per gli sbarchi dei migranti. Minniti chiacchiere da congressi. Altri soluzioni da salotto, nel mentre i turchi sono in Libia e, ironia dell’ironia pregano il cristo velato in Santa Sofia. Nel mentre si sbarca e si rivendica il diritto a farlo. Prego si accomodino. Orfini se non altro ha alzato la mano. Ed è quasi un fatto.

    Report

    Rispondi

  • Andrew

    Andrew

    03 Agosto 2020 - 12:12

    Abbiamo visto e sentito gli umori della gente sugli sbarchi, ma quello che accade sull’isola fa il paio col resto del Paese, l’immigrazione clandestina è fuori controllo. Con la sinistra è sempre stato così perché cerca i voti dello ius soli. Oltretutto non è vero che gli stranieri ci facciano i complimenti per la gestione della crisi, perché la gran parte e non solo in Sicilia, sono allibiti e sconcertati per ciò che accade sulla gestione degli illegali che sbarcano in continuazione. Perché sia chiaro: quei pochi stranieri che questa estate nonostante tutto hanno deciso di fare un po’ di vacanze in Italia, non riescono a capire il caos, la trascuratezza e la tolleranza, con la quale si lascino arrivare, sbarcare e poi fuggire senza problemi, migliaia di illegali al giorno. Ancora di più, restano scioccati dal fatto che molti dei clandestini, seppure positivi al Covid-19, vengano ammucchiati come sardine in centri che chiaramente non sono attrezzati per capacità e quantità a gestirli.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    03 Agosto 2020 - 11:32

    Andiamo al sodo? L’Europa che c’è ha messo a disposizione dell’Italia 209 mld da utilizzare a fronte di progetti credibili e consoni non solo a noi, ma anche agli interessi generali europei. Bene, grazie Europa! Perché allora, non utilizzarne 10, da impiegare esclusivamente, specificatamente per costruire o riqualificare concretamente, punti e luoghi d’accoglienza in grado, adatti, ad accogliere, previ controlli efficaci e periodici, con doverosa qualità abitativa e sanitaria e doverosa sicurezza sociale i migranti che arrivano? Lavoro per edilizia e indotto, integrazione per i migranti: binomio virtuoso. L’Europa, coda di paglia, sarebbe obbligata a dar via libera a quel tipo di spesa. Il governo italiano e il Parlamento sono capaci di presentare un simile specifico progetto? Dubito: bandierine afflosciate, il business dell’immigrazione rende bene e cadrebbe la possibilità di essere usato come discriminante politico e morale: c’è poco da sperare.

    Report

    Rispondi

  • Giansky

    03 Agosto 2020 - 09:31

    Anche lei è un illuso come ho scritto al suo direttore.....ma si rende conto di quanti miliardi lo stato dovrebbe stanziare per attuare la lista dei sogni da lei descritta...? Basta veder buttar via soldi per gli immigrati,ne abbiamo già troppi ,ed il PD lo sa ma non lo dice ,che gli italiani la pensano così....il Truce aveva quasi azzerato gli sbarchi,ed è questo quello che moltissimi vogliono ...abbiamo problemi enormi ,e dobbiamo pensare anche a quelli degli altri, è incredibile....e comunque non è detto che la riforma dei decreti sicurezza passi a settembre, sa tanto di messaggio ai propri elettori,se soldi dobbiamo spendere,facciamolo nelle Nazioni da cui vengono questi poveri disgraziati, saremmo tutti più contenti,noi e loro...noi Truci....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi