cerca

Le balle di Salvini e la clemenza dovuta

La difesa del leghista è fuffa. Ma c’è da augurarsi che arrivi solo una condanna simbolica, senza negazione dei diritti politici elettivi passivi e attivi: sarebbe sufficiente per ricordare che non tutto è possibile quando si è al governo

31 Luglio 2020 alle 20:22

Le balle di Salvini e la clemenza dovuta

Foto LaPresse

Che il Senato avesse l’autorità e la legittimità giuridica e morale per lasciare che il senatore Salvini sia processato dal Tribunale dei ministri è appena ovvio. La giurisdizione è speciale, riguarda appunto i ministri, e il senatore in qualunque altro caso si appellerebbe alla retorica anticasta per bollare quella giurisdizione come incompatibile con l’eguaglianza davanti alla legge dei cittadini. Ma questa sede giudiziaria speciale non gli basta, al senatore, avrebbe voluto anche l’immunità politica garantita da un voto della Camera...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • joepelikan

    01 Agosto 2020 - 21:27

    Con partiti, giudici e giornali che fanno parte del "sistema Soros" o ne sono pesantemente influenzati andrà proprio come spera lei.

    Report

    Rispondi

  • branzanti

    01 Agosto 2020 - 19:40

    Ferrara ha perfettamente ragione. Ma per dirlo bisogna raschiare oltre il fondo il proprio senso dello stato e la propria concezione della civiltà giuridica.

    Report

    Rispondi

  • mario.chiusano

    01 Agosto 2020 - 14:33

    Giuliano Ferrara nell'odio viscerale che nutre verso Salvini, e nel proprio percorso di ritorno alle origini comuniste (come i vecchi mangiapreti socialisti che con la tarda età ritornavano dal prete forse chissà magari l'inferno esiste), qui anziché fornire analisi e spiegazioni, prima a sé stesso, lancia ancora una volta la sua parola magica "tutta fuffa", il suo vezzo per squalificare l'avversario rinunciando ad argomentare.

    Report

    Rispondi

  • andreatamponi

    01 Agosto 2020 - 09:36

    Cavolo se sei in forma caro Giuliano. Sono abbonato da poco ma perdindirindina i tuoi articoli sono spettacolari.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi