cerca

Mes, alleanze, vitalizi. Così il Pd rischia di scivolare sulle crisi d'identità grilline

Il Fondo salva stati per la sanità è un'occasione da non sprecare, dicono Marcucci e Smeriglio. E in autunno si faranno le primarie, contro “le destre” come chiede Zingaretti ma anche contro i populisti a Cinque stelle

29 Giugno 2020 alle 13:03

Mes, alleanze, vitalizi. Così il Pd rischia di scivolare sulle crisi d'identità grilline

Nicola Zingaretti

Roma. Il M5s è entrato nella sua privatissima campagna elettorale, con classiche dinamiche di partito in fase congressuale e i conseguenti scazzi fra Casaleggio, Di Maio e Di Battista. Ecco, il Pd teme di finirci in mezzo, ottenendo in cambio la certificazione della subalternità culturale al grillismo. Dal Mes alle alleanze per le elezioni regionali, per non parlare dei “vitalizi”, sono molte le questioni su cui il Pd rischia di scivolare sulle ugge grilline alle prese con la propria crisi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

David Allegranti

David Allegranti, fiorentino, 1984. Al Foglio si occupa di politica. In redazione dal 2016. È diventato giornalista professionista al Corriere Fiorentino. Ha scritto per Vanity Fair e per Panorama. Ha lavorato in tv, a Gazebo (RaiTre) e La Gabbia (La7). Ha scritto cinque libri: Matteo Renzi, il rottamatore del Pd (2011, Vallecchi), The Boy (2014, Marsilio), Siena Brucia (2015, Laterza), Matteo Le Pen (2016, Fandango), Come si diventa leghisti (2019, Utet). Interista. Premio Ghinetti giovani 2012. Nel 2020 ha vinto il premio Biagio Agnes categoria Under 40. Su Twitter è @davidallegranti.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Cacciapuoti

    29 Giugno 2020 - 16:33

    Ma non c'è già da tempo immemorabile?

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    29 Giugno 2020 - 16:10

    Al direttore - Mes? La polemica sembra assurda. Non lo è. Manca la fiducia che il governo sappia spenderli, tutti, in quei progetti comcreti, visibili, verificabili, per i quali non esistono condizionalità. I "bonus" sanitari non ci rientrano e neppure gli aumenti retributivi per il personale addetto. Tutto quì: mancanza di fiducia. La stessa che l'Europa ha nei confront del sistema paese Italia.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    29 Giugno 2020 - 16:03

    Caro David leggo sempre con interesse i tuoi articoli ,sono sorpreso che or è qualche tempo non usi il tanto ad abbundatiam irrorrato la lingua italiana scritta ,il mega significatone "distopico". Io non so che significa ma tu sì. Come nella storiella cinese che l'omo a sera deve bastonare la mogliera sebben lui non sa PERCHè MA LEI Sì. oREMUS.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    29 Giugno 2020 - 14:32

    Riuscirà l'Italia a resistere e superare il congiunto( ' congiunto?) anzi contemporaneo attacco del Covid e del virus M5s ? I campi in gara sono forti. Da una parte c'è la piattaforma Roussoauo(?) tastiera prenditrice di culo per eccellenza dall'altra non c'è quasi nulla. Meloni soprano con grandi acuti ,Forza Italia ma forza debolezza, un Pd a macchia di leopardo ( ma senza il leopardo dentro essendo solo debolezza) . Restano per salvare l'Italia Di battista ,ormai Eroe dei Due Mondi, e Giggino che partito da uno vale uno è divegnuto il jolly jocker o la matta con carte napoli ( a lui più consuete) . Coraggio italdioti ne abbiamo passate di peggio.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi