cerca

Salvini, fai qualcosa. La Lega alle prese con la crisi dei botti sovranisti

Stordito. Incapace di cambiare musica. Prigioniero di sé stesso. Il punto di vista di Giorgetti (e Zaia)

22 Aprile 2020 alle 06:00

Salvini, fai qualcosa. La Lega alle prese con la crisi dei botti sovranisti

foto LaPresse

Roma. Il mito dell’infallibilità, cresciuto assieme ai consensi, in quella cavalcata stordente che aveva portato la Lega dalla miseria del 4 ai fasti del 30 per cento, Matteo Salvini se l’era già giocato ad agosto, con la crisi di governo. Nessuno dei suoi colonnelli aveva davvero provato a dissuaderlo, allora. Troppo grande la fiducia nell’uomo del destino, malgrado le tante buone e prudenti ragioni che avrebbero dovuto sconsigliare l’ultimo azzardo del leader funambolo, acrobata senza rete. “Per mesi gli ho...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Medicaid

    24 Aprile 2020 - 12:31

    Dottore, grazie per questi Suoi articoli. Resta il fatto che la Lega è al 30%. E questo è.

    Report

    Rispondi

  • kriszt49

    22 Aprile 2020 - 18:29

    Ecco, "preparazione, tempo, fatica", sono le cose che mancano a Matteo Salvini che penso stia vivendo in pieno il proprio declino. Non è tempo né di chiacchiere né di sbraitare nelle piazze e visto che il Capitano non ha nulla da dire o di proporre, diciamo qualcosa di costruttivo, gli è rimasto solo il balcone di casa sua da dove esternare cose sconclusionate. Il calo nei sondaggi preoccupa non poco i capi, quelli veri, del partito che forse si stanno rendendo conto che Lega Salvini Premier non tira più. E' tempo di azione, di duro lavoro, di grandi capacità. Direi, è tempo di Luca Zaia. kriszt49

    Report

    Rispondi

  • Yogurt

    22 Aprile 2020 - 16:49

    Dopo 1 anno dall'abbandono di Renzi questi era a 0;oggi dopo aver fatto il suo partito è al 3,5%.Il TRUCE,dopo 1 anno dall'abbandono è ancora al 29,5%.Egregio Merlo,Salvini non è Winston come l'altro idolo attuale del Foglio Giuseppi detto anche il perdente di insuccesso tanto è il caos per la mancanza di governo in Italia e all'estero(UE). Ci mancava anche il Vairus per una dimostrazione atroce dell'insuccesso.Invece di capire perchè è ancora al 29,5%,si potrebbero scrivere rigagnoli o Mississippi di inchiostro,siamo invece ancora al dileggio mascherato che sarebbe anche facile sorriderne se non fosse che fa paura il perchè Salvini e Meloni siano a livelli alti di consenso.Una riflessione puntuale ci farebbe capire che in Italia le cose non vanno assolutamente bene mentre nella maggior parte dei casi,alla prova anche del Corona,gli italiani hanno dimostrato un buon comportamento.Siamo riusciti a capire che siamo migliori della classe politica che ci ha governato e ci governa.

    Report

    Rispondi

  • Chichibio

    22 Aprile 2020 - 15:12

    Con altri scopi Savona invocava l'arrivo del cigno nero. Beh, ora è arrivato davvero.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi