cerca

La prescrizione spiegata con Amleto

Shakespeare aiuta a capire perché è meglio un compromesso degli spettri

5 Febbraio 2020 alle 06:10

La prescrizione spiegata con Amleto

"To be or not to be", un graffito di Edgar Jiménez a Porto, Portogallo

Io non sono molto intelligente, ma abbastanza per sapere che in caso di rottura insanabile sulla questione della prescrizione e poi di elezioni (voto subito! voto subito!) la coalizione dei prescrizionisti avrebbe qualche difficoltà a prevalere, diciamola così. Sono quasi trent’anni che questo paese si è voluto formare ai princìpi sacri del diritto recitandosi ad altissima voce, ladri e impuniti compresi e in prima fila nel coro, la filastrocca del “tutti ladri, tutti impuniti”. Spiegare adesso che lo stato ha...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • phiu!

    05 Febbraio 2020 - 23:34

    pezzo notevolissimo

    Report

    Rispondi

  • dongivu

    05 Febbraio 2020 - 09:25

    Scomodare Shakespeare per fermare il truce, suvvia, magari avesse contribuito a fermare Stalin, forse Hitler non sarebbe neppure nato.

    Report

    Rispondi

  • zucconir

    05 Febbraio 2020 - 08:39

    Shakespeare secondo Ferrara, che ardire! Ma le è venuto bene, così pieno di pathos e di commiserazione per noi poveri uomini, ed ancor più poveri i giusti e i sognatori. Ho trovato lo stesso clima in"1917" un film molto scespiriano e molto bello. Complimenti

    Report

    Rispondi

  • Cacciapuoti

    05 Febbraio 2020 - 06:15

    addirittura, anche Amleto!

    Report

    Rispondi

Servizi