cerca

Avere la faccia come la Lega

Piagnucolare sul maggioritario dopo averlo sepolto. Combattere l’antisemitismo mentre si gioca con l’estremismo. Difendere la prescrizione dopo averla abolita. Denunciare l’odio dopo averlo alimentato. Guida rapida alle imposture di Salvini

18 Gennaio 2020 alle 06:00

Avere la faccia come la Lega

Matteo Salvini (foto LaPresse)

Può darsi che il tasso di rimbecillimento degli italiani, detto con affetto e con rispetto, sia arrivato a livelli di guardia e che ogni imbroglio politico venga ingurgitato con disinvoltura come se fosse un prelibato nettare degli dèi. Può darsi che la capacità di distinguere una posa genuina da una falsa sia drammaticamente scesa sotto l’asticella della dignità. Può darsi che tutto questa stia succedendo e che in molti non sappiano più cogliere la differenza tra un volto reale e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Claudio Cerasa

Claudio Cerasa

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Mario 1

    19 Gennaio 2020 - 22:17

    Boh, chissà cosa gli passa per la testa.Crede di essere il Padreterno per dare del deficiente al prossimo? Non potrebbe limitarsi a dire le ragioni per le quali ritiene che sia un gravissimo errore votare in un certo modo?

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    19 Gennaio 2020 - 15:35

    Al direttore - Comunque sia, il Foglio dei tempi di "Niki, ma che stai a di',", è solo un bel ricordo. La teoria dell'evoluzione della specie, uomo compreso, è fondata sulla capacità delle varie specie di adattarsi al variare delle condizioni geo climatiche. Altro, però, da “conformarsi” al pensiero unico. Eraclito, sosteneva la obbligata complementarietà dei contrari. Anche interpretativi. Ne derivava una parità gerarchica tra i vari contrari. Parità ontologica e, paradossalmente anche morale. Il bene, il male, il giusto, l’ingiusto? Un unicum, obbligatoriamente e contrariamente interpretato.

    Report

    Rispondi

  • tamaramerisi@gmail.com

    tamaramerisi

    18 Gennaio 2020 - 19:15

    Io penso che l'antisemitismo e l'odio xenofobo contro immigrati e rifugiati nelle destre esiste, ma non è più pericoloso dell'odio altrettanto xenofobo delle sinistre contro i nazionalismi europei (che non è una parolaccia ma un semplice e naturale senso di appartenenza politica ad una famiglia un po' più grande della propria, senza odio per l'altrui). Che il Parlamento Europeo abbia adottato un regolamento che vieta di posizionare sui banchi parlamentari la bandiera nazionale dei paesi di appartenenza dei parlamentari, è sintomatico di un bel progetto fatto fallire per eccesso di forza e assolutismo, direi negazionista. La xenofobia verso i popoli europei non è meno inquietante di quella verso i popoli non europei. Per non parlare dell'antisemitismo di sinistra, che indossa la maschera del palestinianismo - Ciò detto difendere Israele è tutt'altro che banale (visto il boicottaggio UE ) e vale per me non una, ma due felpe. A ogni naso il suo anello - la scelta è notevole.

    Report

    Rispondi

  • lucafum

    18 Gennaio 2020 - 18:46

    Salvini si era presentato alle elezioni con la destra e poi ha fatto il governo -il Governo!!- con i grillini, fottendosene della volontà espressa dai cittadini. Secondo peccato originale, tale e quale - anzi peggio, ed in tempo reale- quello della lega di Bossi, che lincenziò in tronco Miglio ed il suo progetto di riforma, in cambio del potere a Roma.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi