cerca

Perché il governo valuta l’opzione Minniti in Libia

Inviato speciale dell’Europa. Una strategia “win-win” per un esecutivo in cerca di una via d’uscita. Dubbi a sinistra

9 Gennaio 2020 alle 06:00

Perché il governo valuta l’opzione Minniti in Libia

Marco Minniti (foto LaPresse)

Roma. Al centro del pasticciaccio libico, di questo ingorgo in cui si stanno misurando l’assenza europea e l’afasia italiana, ecco che spunta la pelata metodica e tenace di Marco Minniti, l’ex ministro dell’Interno, l’uomo che forse più di chiunque altro saprebbe come muoversi nei labirinti bellicosi di quello che una volta veniva chiamato lo scatolone di sabbia. Ieri Frans Timmermans, socialista olandese e primo vicepresidente della Commissione, ha detto a Paolo Valentino, sul Corriere della Sera, che in Libia “ci...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • pipage1

    09 Gennaio 2020 - 19:01

    e un chi se ne frega, di quello che pensano a sinistra del PD, non vogliamo metterlo!

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    09 Gennaio 2020 - 09:54

    Ma chi glielo fa fare a Minniti che fece qualcosa di simile a ciò che fece poi Salvini, cioè bloccare i migranti sul territorio libico e per questo fu ingiuriato dai suoi stessi compagni di partito che gli diedero dello sporco negriero. L'unico che qualche mese dopo lo ringraziò per aver iniziato la linea dura sulla questione migranti fu Salvini. Io avrei immaginato che Minniti lasciasse il partito. Non lo ha fatto e ancora non me lo spiego.

    Report

    Rispondi

    • leless1960

      09 Gennaio 2020 - 13:49

      Lasciare il partito per andare dove? Mi dica lei, la prego.

      Report

      Rispondi

      • Giovanni

        09 Gennaio 2020 - 15:35

        Andare almeno al Gruppo misto per marcare la propria indignazione. Fra l'altro il gruppo misto pian piano sta diventando sempre più corposo in quanto in esso i parlamentari si sentono liberi da obblighi di partito e votano secondo coscienza.

        Report

        Rispondi

  • luiga

    09 Gennaio 2020 - 08:56

    e sarene una mossa gusta e un riconoscimento di competenza ad un uomo politico serio e degno, ma la sinistra ha dubbi. E te pareva!

    Report

    Rispondi

Servizi