cerca

La surrealtà al Tg1

Foche, pinguini e trafficanti di orecchiette. Un mondo parallelo che occulta la crisi dell’editore (il M5s)

Salvatore Merlo

Email:

merlo@ilfoglio.it

13 Dicembre 2019 alle 06:16

La surrealtà al Tg1

foto LaPresse

Quel bestione imponente del Tg1, che ha per editore il partito di maggioranza relativa, è da sempre e per natura regolato da una mappa di intersecazioni e coincidenze, di rigidezze prestabilite, che tuttavia lo scatto di uno scambio politico, come nelle ferrovie, se azionato può deviare verso tutt’altri orizzonti e destini. E infatti, poiché dal 31 ottobre 2018 la direzione è espressa dal M5s, ecco che questo telegiornale sempre governativo, nell’ultimo anno, ha raccontato ogni giorno un paese guidato da...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi