cerca

La lotta contro l’antisemitismo non va banalizzata

La Segre non è lo specchio dell’Italia ma è il testimone d’accusa della nostra storia

8 Novembre 2019 alle 18:49

La lotta contro l’antisemitismo non va banalizzata

Liliana Segre (foto LaPresse)

Sottoscrivo tutto, ovvio e doveroso, di quanto si sta dicendo, scrivendo a proposito dell’osceno clima in cui si è rivelato necessario dotare Liliana Segre di una scorta. Osservo però che questa sottoscrizione è una cosa facile, e invece essere leali amici e concittadini degli ebrei è difficile. Quando si trascura questa difficoltà, segno tragico della storia e della metastoria, non si fa un servizio schietto e giusto alla causa dello sradicamento dell’antisemitismo. Agli ebrei si deve un riconoscimento che non...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • luigi.desa

    09 Novembre 2019 - 12:12

    L'Italia è il paese indove percentualmente ha più scorte del resto del mondo. Abbasta che un vip o mezzo vip sia fatto oggetto di invettive e minacce ecco scattare la scorte,pur sapendo che se uno vuole ammazzare qualcuno anche scortato ci riesce .In America presidenti in Italia Moro Falcone ecc. In Italia paese macchiettistico la scorta è uno status simbol come sfoggiare il Rolex.Ci sono più scorte In Italia che nel resto del mondo.Perfino Saviano -che se uno chiede al capo della Camorra se ne ha sentito parlare ,quello dice no - tiene la scorta e fa pure la vittima dicendo che avere la scorta è come vivere in galera.Con alla signora Segre anche due scorte ,una togliendola a Saviano confrontando le due biografie.

    Report

    Rispondi

Servizi