cerca

Appunti per chi non vede che l’Italia è cambiata

Populismi e sovranismi nascono per reazione quando non si capisce il “popolo”

7 Novembre 2019 alle 06:00

Appunti per chi non vede che l’Italia è cambiata

La festa della Lega a Pontida

Ho l’impressione che ci vorrà un bel po’ di tempo per capire tutti i perché e tutti i come della Mutazione che sta invadendo e travolgendo il mondo. E ho anche l’impressione che a mancare sia una ricerca, una teorizzazione sociologica “all’altezza dei tempi”, come si diceva una volta. Ci vorrebbe un po’ di Max Weber o di Scuola di Francoforte.    Certo non posso dire di aver letto l’ormai soverchiante bibliografia mondiale sulla crisi della democrazia. Ma qualcosa ho...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Alfonso Berardinelli

Roma 1943. Critico letterario e saggista, si è dimesso dall’insegnamento universitario nel 1995, lavora oggi fra editoria e giornalismo, dirige la Scheiwiller Prosa e Poesia. Fra i suoi libri: “L’esteta e il politico: sulla nuova e piccola borghesia” (1986), “L’eroe che pensa: disavventure dell’impegno” (1997), “Autoritratto italiano” (1998), “Stili dell’estremismo” (2001), “La forma del saggio” (2002), “Che noia la poesia” (2006, con H. M. Enzensberger), “Casi critici: dal postmoderno alla mutazione” (2007), “Poesia non poesia” (2008).

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi