cerca

L’Ilva funesta del Pd

“Conoscevamo il populismo grillino, ma la scissione di Renzi sta prendendo caratteri populisti”. Parla Andrea Orlando

Salvatore Merlo

Email:

merlo@ilfoglio.it

5 Novembre 2019 alle 06:19

L’Ilva funesta del Pd

Andrea Orlando (foto LaPresse)

Roma. L’Ilva come specchio delle contraddizioni populisteggianti di un governo che sul grande impianto siderurgico di Taranto sta forse riuscendo a fare peggio del precedente, “va incontrata la proprietà, va scongiurato lo spegnimento dei forni perché equivarrebbe alla chiusura definitiva dell’impianto. E’ chiaro che la proprietà sta cercando di massimizzare la propria posizione. Mi auguro anche che sulla questione dello scudo penale il governo possa trovare una soluzione”, dice Andrea Orlando. E quindi ecco le difficoltà di un esecutivo in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Cacciapuoti

    05 Novembre 2019 - 12:43

    Ma chi è costui? Non era meglio se faceva il chierichetto? Come ministro della giustizia è stato un grillettaro a tutto tondo, cioè il più insignificante che la storia ricordi.

    Report

    Rispondi

  • Ziajane

    05 Novembre 2019 - 10:26

    Ma Orlando in che mondo vive?? Iperuranio dei massimi sistemi, tolemaico-aristotelico. Leggere tutte quelle fregnacce travestite da ragionamento strategico fa venire tanta voglia di populismo.

    Report

    Rispondi

  • dongivu

    05 Novembre 2019 - 09:12

    Continuare ad agire e pensare che lo Stato sia illuminato e possa fare tutto bene quando è la sinistra al potere è il tipico principio marxista che continua ad imperversare nei politici, sindacalisti e magistrati di sinistra e che sta combinando tanti guai in Italia e nel mondo.

    Report

    Rispondi

  • In77rn

    05 Novembre 2019 - 08:35

    Si bravi fate la fusione dei rispettivi talenti: assist perfetto per Renzi che si aspettava di arrivare presto al 10 ma passerà rapidamente al 20% dei consensi. Degna fine del partito delle correnti, che a dopo l'ultimo esperimento, contro natura e in laboratorio, si perse tra le correnti della vita reale.

    Report

    Rispondi

Servizi