cerca

La destra sorda e muta nella trappola Segre

I mancati applausi in Parlamento a Liliana Segre sono un analfabetismo politico cui solo Berlusconi (e un po’ Meloni) ha rimediato. Meglio offrire le ragioni liberali per cui si è contro a una nuova commissione buona a nulla, ma capace di tutto

1 Novembre 2019 alle 06:00

La destra sorda e muta nella trappola Segre

La senatrice a vita, Liliana Segre (foto LaPresse)

Alla fine non solo Silvio Berlusconi ma anche Giorgia Meloni, pur in ritardo, si è accorta che qualcosa non andava, che quei musi duri in Senato e quei mancati applausi dei parlamentari della destra a Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto e monito vivente a una tragedia dell’umanità, un po’ travalicavano il legittimo dissenso politico nei confronti della sua proposta di istituire una commissione parlamentare dai compiti tanto vasti quanto evanescenti per finire invece con l’intrecciarsi diabolicamente, e al di là delle...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • ayler

    01 Novembre 2019 - 13:55

    a tutti gli apostoli del politicamente scorretto, faccio presente che in Italia abbiamo avuto un ministro degli interni amico di un nazista negazionista.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    01 Novembre 2019 - 12:39

    La destra in orbace sta invadendo l'Italia urge riconvocare il CLN .Spazzati via 75 anni di democrazia . Perintanto cominciamo con l'impiccement di Trump.

    Report

    Rispondi

  • tenen314

    01 Novembre 2019 - 12:26

    L'islam, nei suoi quattordici secoli di esistenza , è stato talvolta tollerante, più spesso oppressivo, nei confronti degli ebrei che si sono trovati nei territori sottomessi ad esso. E la cronaca di questi anni conferma purtroppo l'esistenza di settori dell'islam (quanto marginali?) che nutrono nei confronti degli ebrei un odio che non ha nulla da invidiare a quello dei nazisti. Richiamare l'attenzione su questa realtà può essere giudicato anti-islamico; e in realtà lo è, perché critica una cultura che non è accettabile nei paesi europei, soprattutto in quelli che in passato hanno vissuto oscuri periodi di antisemitismo, come l'Italia. Una commissione che abbia il compito di combattere sia l'antisemitismo che l'anti-islamismo (per non menzionare l'inverosimile islamofobia, forse una malattia mentale?) è quindi una "contradictio in adjecto" , destinata a fare la fine pronosticata nell'articolo.

    Report

    Rispondi

  • Andrew

    01 Novembre 2019 - 12:06

    Ma tutti questi vauro in circolazione non erano gli stessi che inneggiavano yasser arafat contro il popolo ebreo?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi