cerca

Dietro il lapsus c’è sempre una verità

Da Di Maio a Conte. L’involontarietà di questi tempi è una magnifica chiarificazione

 

23 Ottobre 2019 alle 06:09

Dietro il lapsus c’è sempre una verità

Giuseppe Conte (foto LaPresse)

Tutto forse è cominciato un anno fa, una sera di ottobre del 2018, in tempi (come oggi) di manovra economica, quando Luigi Di Maio, vicepremier di un governo che stava allegramente pasticciando con il bilancio e il deficit, si presenta in televisione da Nicola Porro (che quasi si mette a ridere), e pronuncia queste esatte parole con molle e distratta innocenza: “Vogliamo costringere l’Unione europea a dirci di no alla manovra”. Il governo spandeva numeri come gas, annunci come saette,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi