cerca

Renzi e Salvini, due complici nemici

I due Matteo a “Porta a Porta”, avversari eppure alleati in un medesimo codice

15 Ottobre 2019 alle 20:59

Renzi e Salvini, due complici nemici

Matteo Salvini e Matteo Renzi ospiti di Porta a Porta (foto LaPresse)

Roma. Nel cortile degli studi Rai di Via Teulada, Lucio Presta, Adidas e giubbotto di renna, il manager delle star tv diventato ormai inseparabile da Matteo Renzi, viene raggiunto dall’urlo di una sua collaboratrice: “Lucio vai, sali, sbrigati perché sennò Matteo si perde!”. E Presta, calmissimo: “No, no, quello non si perde mai”. E infatti Matteo non si perde, entra carico nello studio di Bruno Vespa (persino troppo e abbronzatissimo: praticamente color terracotta) e comincia subito all’attacco aggressivo gettando la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Salvatore Merlo

Salvatore Merlo

Milano 1982, giornalista. Cresciuto a Catania, liceo classico “Galileo” a Firenze, tre lauree a Siena e una parentesi erasmiana a Nottingham. Un tirocinio in epoca universitaria al Corriere del Mezzogiorno (redazione di Bari), ho collaborato con Radiotre, Panorama e Raiuno. Lavoro al Foglio dal 2007. Ho scritto per Mondadori "Fummo giovani soltanto allora", la vita spericolata del giovane Indro Montanelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    16 Ottobre 2019 - 17:05

    Diciamolo francamente: il confronto è servito per dare visibilità ai due. Dei problemi dell'Italia solo accenni ma senza ricette.

    Report

    Rispondi

  • leless1960

    16 Ottobre 2019 - 17:05

    Sarò di parte, ma ha ragione Salvini quando si chiede come mai lui ha (dice) il 33% e Renzi il 4%. La risposta sta nelle differenze tra i due, emerse anche nel dibattito: il primo vive e prospera di, non mi viene una parola pubblicabile, eccole, boutade, affermazioni indimostrabili, caciaronate; l'altro si fissa coi dati, i numeri, i fatti, che come è noto di questi tempi provocano allergie diffuse .

    Report

    Rispondi

    • miozzif

      16 Ottobre 2019 - 19:07

      Ma soprattutto: Capitan Panzetta ripartí da un partito al 5% e ha superato abbondantemente il 30% alle Europee, Renzi toccò il 40 alle Europee precedenti e adesso riparte con un partito nuovo.

      Report

      Rispondi

  • ullisecundus

    ullisecundus

    16 Ottobre 2019 - 16:04

    Infatti. La complicità c'era e c'è. L'uno ha reso protagonista l'altro e tutti e due insieme hanno cancellato gli altri. Almeno per una sera. kriszt49

    Report

    Rispondi

  • valentinab

    16 Ottobre 2019 - 14:02

    A me sembrano due politici molto diversi e che esprimono visioni completamente opposte: Europa contro nazionalismo, Euro contro non si sa che cosa, Industria 4.0 contro Quota 100. Poi si può trovare anche delle somiglianze, ma è un giochino che non vale niente e che si potrebbe fare con chiunque.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi