cerca

Salvini si sfida con i voti, non con i veti

Un governo Salvini fa paura, ma uno anti Salvini fa ancora più paura. Ragioni e spunti per tifare per le elezioni presto

Claudio Cerasa

Email:

cerasa@ilfoglio.it

10 Agosto 2019 alle 06:18

Salvini si sfida con i voti, non con i veti

Matteo Salvini (foto LaPresse)

La crisi ad alta velocità innescata da Matteo Salvini all’indomani della mozione sull’alta velocità si ritrova improvvisamente a dover fare i conti con un percorso istituzionale a bassa velocità all’interno del quale sta maturando una interessante linea di frattura tra coloro che con sfumature diverse si considerano all’opposizione del leader della Lega. La linea di frattura riguarda la contrapposizione tra due tesi – non sovrapponibili – utili da mettere a fuoco per cercare di capire quali sbocchi potrà avere la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Claudio Cerasa

Claudio Cerasa

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lorenzolodigiani

    10 Agosto 2019 - 17:05

    D’accordo, Direttore, alle urne presto e senza paura, nemmeno dei pieni poteri ambiti dal truce.

    Report

    Rispondi

  • ziobarby

    10 Agosto 2019 - 15:03

    Non sono per niente d' accordo dott. Cerasa. Prima di andare a votare occorre una gigantesca opera di verità, fino ad ora negate o artificiosamente falsate dalle macchine informative " bestia" dei due governanti. Credo che una vastissima platea di elettori non si sia resa conto ancora di quanto siano stati manipolati i loro pensieri. Con il micidiale sistema informativo in campo a sostegno del potere in atto, tra l'altro, occorrerà ancora più tempo per diffondere un minimo di verità e buon senso. Basta osservare le schifezze di falsità diffuse dai talk orientati al populismo, le centinaia di passaggi giornalieri del MARAMALDO CAPITAN FRACASSA su giornali, social e TV per rendersene conto. Ci vuole tempo per fare finalmente emergere la miseria umana di questi personaggi. La strategia di MARAMALDO detto CAPITAN FRACASSSA è proprio quella di fare in fretta a fronte degli inganni che ha messo in atto per conquistare il governo, che prima o poi verranno a galla come olio nell' acqua.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    10 Agosto 2019 - 14:02

    Al direttore - Insomma siamo alle solite: nel Pd contano più le correnti e gli interessi contingenti dei singoli, delle primarie vinte da Zingaretti. La credibilità polita del partito ne esce a pezzi.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    10 Agosto 2019 - 13:01

    Siamo sicuri che die machtergreifung di Salvini sia vera e duratura o la critica anti sia solo per riempire pagine di giornale o gioco delle parti? luison

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi