cerca

Il voto sulla Tav avvia una surreale crisi di governo

La mozione presentata dal M5s viene respinta dall'aula del Senato. Il capogruppo della Lega, Massimiliano Romeo, attacca: “Chi vota contro la Torino-Lione se ne assumerà le responsabilità politiche”. Cosa succede ora?

7 Agosto 2019 alle 15:25

La mozione presentata dal M5s viene respinta dall'aula del Senato. Il capogruppo della Lega, Massimiliano Romeo, attacca: “Chi vota contro la Torino-Lione se ne assumerà le responsabilità politiche”. Cosa succede ora? Si andrà a elezioni anticipate? Valerio Valentini prova a fare chiarezza nel caos politico attorno al governo gialloverde.

  

Sulla Tav la maggioranza non c'è più

La mozione dei grillini contro la Torino-Lione è stata bocciata con 181 No. L'esecutivo è spaccato. Zingaretti chiede a Conte di salire al Quirinale

 

Il treno della crisi

La mozione sulla Tav è una frattura profonda. Salvini alle prese con due spinte. Basterà lo scalpo di Toninelli?

Valerio Valentini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    07 Agosto 2019 - 15:03

    Non accadrà assolutamente nulla. Scommettiamo? I grillini dovevano fare la loro comparsata per far credere ai "NoTav" che loro ce l'avevano messa tutta e la Lega appare la vincitrice come ormai da copione. Il povero...PD è stato costretto a votare con la Lega ed è forse la vera vittima di questo giochino.

    Report

    Rispondi

Servizi