cerca

Ridare i neuroni alla sinistra

Governi pericolosi, opposizioni rischiose, nuove partenze. Le alternative non si costruiscono con scissioni bluff e confederazioni di correnti. Perché è ora di dire che il controllo dell’immigrazione non può essere un’esclusiva della destra. Un manifesto

24 Giugno 2019 alle 10:44

Ridare i neuroni alla sinistra

Foto LaPresse

Per capire che cosa accade, e soprattutto che cosa accadrà nel governo, nell’opposizione e nel Partito democratico, e in generale che cosa si sta muovendo intorno al paese, bisogna esaminare a freddo, ora che è possibile farlo, la tornata elettorale iniziata con le europee del 26 maggio e che in Italia ha riguardato anche la regione Piemonte e alcune importanti amministrazioni comunali, da ultimo in Sardegna. Che quadro ci consegna in Europa e in Italia? Il primo dato è evidente:...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo.trinchi

    25 Giugno 2019 - 07:07

    Minniti scopre la Sardegna come Colombo scopri ‘ l’America. Ma Minniti è mai stato in quella terra, con barba e baffi a sentire quando era ministro dell’interno cosa dicevano i sardi circa l’immigrazione selvaggia? Lui parlava nei talks di aria fritta e Salvini mieteva consensi. Ora la sinistra scopre l’acqua calda come pure sulla sicurezza percepita e reale. Una pugnetta mentale di cazzari in salotto. Qualcuno dica a questi perdenti che per ogni furto denunciato ve ne sono venti non denunciati. Ma loro fanno finta di non saperlo. Renzi è il colpevole di questo sfascio migratorio e Gentiloni non ha dato segni di vita. Il PD non si rivitalizza con i mea culpa di D’Alema poveracci noi, ma con nuove figure politiche che vivono il tempo presente per quello che è e non fantasie e utopie senza logica e soluzione. Questo PD è morto e Zingaretti ne è il becchino. I neuroni devono arrivare, non ve ne è traccia.

    Report

    Rispondi

  • luiga

    24 Giugno 2019 - 15:03

    caro minniti, ho molto stima e fiducia in Lei. Purtroppo alcuni del suo , mio, stesso partito sono accecati e la realtà la confondono con l'utopia. Tra l'altro non posso neanche considerarli di “sinistra" poichè se avessero davvero studiato sia Max che Gramsci saprebbero che non hanno mai detto che l'immigrazione forzata e non voluta sia cosa buona e giusta e non è prevista neanche nei 21 punti dell'Internazionale socialista. Errore gravissimo lasciare la questione in appalto alla destra. La tutela dei diritti dei cittadini e dei lavoratori e il campo della sinistra. Che il Papa faccia il Papa è suo dovere, dovere del politico eletto è tutelare gli elettori. Per le questioni che riguardano altro ci sono le organizzazioni internazionali che dovebbero intervenire.

    Report

    Rispondi

    • stearm

      24 Giugno 2019 - 16:04

      Ci sarebbe però anche da fare un altro discorso sull'immigrazione, al di fuori delle retoriche. E' che non si fa più politica, questo è il dramma. Stop agli sbarchi, regolamentare gli ingressi, ma favorire l'arrivo di chi vuole venire in Italia e soddisfa determinati criteri. Il problema è che il discorso politico è stata fagocitato dall'industria dell'intrattenimento, dal marketing pubblicitario. E questo vale per tutto lo spettro politico (vale per Renzi, come per Salvini, per Macron come per Trump, per un Johnson come per un Obama. Se poi uno degli intrattenitori di più successo mette anche in atto politico di largo respiro, diventa superfluo, secondario.

      Report

      Rispondi

  • Giovanni

    24 Giugno 2019 - 13:01

    Caro Minniti, la stimo moltissimo, sopratutto per aver resistito alle contumelie che i suoi "compagni" di partito le riversarono addosso. Le diedero persino del "negriero" e non capirono quegli imbecilli che era proprio quella la strada giusta per salvare il PD. Al suo posto io avrei lasciato, ma chissà forse ha ragione lei a persistere. Le auguro sinceramente ogni bene.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    24 Giugno 2019 - 12:12

    Caro Minniti - Tutto giusto. Le vorrei ricordare che quando, sul problema immigrazione lei cercò di "ridare i neuroni alla sinistra" ebbe contro tutta la sinistra. L'immigrazione non sarà un'emergenza, ma proprio perché problema geopolitico non può essere affrontato e regolato con irenismo e solo da noi.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi