Il post-Abruzzo del M5s

Valerio Valentini

11/02/2019

Il post-Abruzzo del M5s

Luigi Di Maio a L'Aquila (foto LaPresse)

Il Movimento vittima delle sue contraddizioni di lotta e di governo. Cronaca di una surreale analisi della sconfitta

Roma. E’ improbabile che si sia ricordato di un vecchio adagio di Alfredo Reichlin, per cui non perdere le elezioni, ma sbagliare l’analisi, è il peggiore degli errori che un politico possa commettere. Ci sta, più semplicemente, che il silenzio di Luigi Di Maio, sia dovuto soltanto all’imbarazzo: quello di chi, di fronte al fallimento, non trova il senso delle cose. A ventiquattro ore dalla chiusura delle urne in Abruzzo, in cima alla bacheca Facebook del capo politico del M5s...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.